sabato 18 marzo 2017

Comunicato stampa rigetto ricorso impianto eolico




I partiti facenti parte della coalizione Troina Bene Comune (P.D., Partito socialista e Movimento politico culturale Re-esistenza) esprimono il proprio compiacimento per la sentenza emanata dal TAR  SICILIA - sezione di Catania (pubblicata il 24/02/2017) con la quale viene integralmente rigettato il ricorso contro il comune di Troina di una delle ditte interessate ad ulteriori installazioni di impianti di minieolico.
Nell'autunno 2014, constatando che a ridosso della Diga Ancipa  erano state  installate  diverse pale eoliche e che altre erano in procinto di installazione, al fine di tutelare un'aria che ha un notevole interesse ambientale e paesaggistico veniva  predisposto e portato in Consiglio Comunale un regolamento che disciplina, complessivamente, nel nostro territorio l'installazione di impianti solari termici, fotovoltaici ed eolici.
Tale regolamento, approvato dalla maggioranza consiliare,  si preoccupava da un lato di poter consentire la libera iniziativa di privati, dall'altro di evitare che un'eventuale installazione senza regole potesse portare a creare dei veri e propri parchi eolici (che poco o nulla hanno a che fare con il minieolico) e che ciò avvenisse proprio a ridosso di arie di grande interesse paesaggistico e naturalistico. Ad esempio, nello specifico, il regolamento stabilisce che tra un palo eolico ed un altro debba esserci una distanza minima di 200m, così come una distanza minima deve esserci rispetto alle strade.
Contro questo regolamento veniva presentato ricorso da una ditta interessata all'installazione di altre pale eoliche sostenendo, tra l'altro, che il Comune  non è competente ad individuare e prescrivere obblighi e vincoli ulteriori a quelli imposti dalla normativa regionale e nazionale.
La recente sentenza del Tar, che dà piena ragione alle posizioni assunte dal Comune, sancisce che le normative in materia non escludono in alcun modo il potere del Comune di disciplinare l'uso del territorio.
Il principio che ha mosso il Comune, che è quello di pensare che nell'utilizzo del territorio le comunità locali debbano poter incidere, trova quindi piena conferma.
La coalizione Troina Bene Comune esprime soddisfazione non solo per la legittimità dell'operato degli organi politici del Comune, ma anche per  la correttezza dell'operato svolto dall'ufficio tecnico nella gestione delle pratiche presentate dalle ditte interessate.

I partiti della coalizione 
Troina Bene Comune



Doriana Graziano

Comunicato Stampa



L’amministrazione Miroddi tramite gli uffici competenti ha rilevato che quasi il 50% dei cittadini piazzesi, pur avendo regolarmente ricevuto le bollette TARI ed i relativi solleciti, negli ultimi quattro anni non ha pagato, ragion per cui il Comune non ha introitate le somme previste e non è in grado di coprire le spese per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. Un gravissimo disavanzo economico che potrebbe portare al fallimento del Comune con gravi responsabilità a livello statale per chi amministra visti i sempre più scarsi finanziamenti che  provengono da Stato e Regione.
Bisogna quindi costringere forzatamente i morosi che non vogliono pagare e non quelli che non possono pagare (per costoro è stato previsto una forma di baratto in prestazioni di lavoro) a farlo.
Non avendo il Comune i mezzi materiali per poter attuare un pagamento forzato ( in passato con scarsissimi risultati si è rivolta ad Equitalia tra l’altro ormai in rottamazione ed a riscossione Sicilia) ha adottata una delibera di Giunta,  da proporre in Consiglio Comunale, competente in materia, per esternalizzare  la riscossione di quanto dovuto dai cittadini morosi volontari a soggetti esterni da individuare con regolare gara.
Si attacca Sindaco, ed Amministrazione con manifestini ed assemblee popolari che sanno già di propaganda elettorale, accusandoli di voler affidare la riscossione ai cravattari che metteranno le mani nelle tasche e pignoreranno le case …….. ma volutamente si omette di specificare:  ma non di chi non può pagare, ma di chi non vuol pagare  “.
Innanzi a questa ingiustificata levata di scudi il Sindaco Miroddi ha ritenuto opportuno e doveroso convocare immediatamente nella Sala delle Luci stampa, sindacati di tutte le categorie, partiti politici ecc. per chiarire i motivi che hanno spinto la sua Amministrazione ad adottare questo atto deliberativo di indirizzo ed in ogni caso non vincolante in quanto come già detto di esclusiva competenza del Consiglio Comunale.
Dopo una relazione tecnica fatta dai responsabili dei vari settori Gabrieli, Pascolato e Baiunco si è passati a numerosi ed accesi interventi che hanno avuto anche come oggetto l’aggiornamento dei dati relativi al numero effettivo degli abitanti ed agli immobili chiusi e non abitati, interventi dai quali è emersa univocamente la volontà di non esternalizzare la forzata riscossione ma rafforzare con mezzi e personale gli uffici competenti per scovare i morosi e costringerli a pagare.
In chiusura il Sindaco Miroddi nel prendere atto di tutti i suggerimenti proposti, ha dichiarato che la delibera non sarà revocata, ma che ad essa verranno apportati gli opportuni correttivi prima di essere trasmessa al Consiglio Comunale per una definitiva decisione.

                                                    Totò Conti










SI INSEDIA IL NUOVO COORDINATORE GENERALE DEL PALIO DEI NORMANNI




 Ieri sera nella sala delle luci alla presenza del Sindaco Miroddi del suo Vice Mattia e degli assessori Gagliano e Nicotra si è insediato il nuovo Coordinatore Generale del Palio Srefano Di Dio che va a Sostituire Germano Crocco il cui incarico triennale era scaduto nel 2016.
Stefano Di Dio era stato nominato qualche giorno fa con un atto deliberativo di Giunta.
Assieme a lui erano presenti i suoi collaboratori ovvero Filippo Rausa per il Quartiere Monte, Massimo Di Seri per il Quartiere Castellina e Salvatore Arena per il Quartiere Canali, assente una nuova figura “Il Coordinatore dei Musici Massimo Gioia”.
A loro, con compiti diversi, assieme al Priore dei Quartieri è stata affidata dall’Amministrazione Miroddi in via sperimentale l’edizione  2017.
Il Sindaco dopo aver ringraziato Germano Crocco ed i suoi collaboratori per il lavoro svolto negli anni passati ha dato il benvenuto alla nuova squadra augurandole un buon lavoro.
Poi, ha preso la parola il Vice Sindaco Mattia dicendo che l’Amministrazione nel portare avanti questo cambiamento aveva voluto restituire il palio ai Quartieri che sono la vera essenza del Palio e premiare quelli che (essendo il Sindaco malato)  gli erano stati vicini nel 2016 quando si è  seriamente rischiato di non fare la Manifestazione per la defezione del quartiere Casalotto.
L’Assessore Gagliano invece ha sottolineato che quest’anno non solo si inizia a lavorare per il Palio a Marzo e non negli ultimi quindici giorni come sempre si è fatto e che  con più tempo a disposizione si avrà un edizione sicuramente migliore, ma che  a partire dal mese di maggio nei fine settimana esso sarà preceduto da numerose iniziative floreali e non  che lo pubblicizzeranno ai turisti che verranno a visitare la rinata Via Garibaldi.
La riunione si è chiusa con un brindisi augurale.

                                                 Totò Conti


AGEVOLAZIONI FISCALI PER NUOVE ATTIVITA’ NEL CENTRO STORICO



L’Amministrazione Miroddi con una delibera di Giunta del 13 Marzo 1017, voluta congiuntamente dagli Assessori Valentina Nicotra, Rita Marotta e Carmelo Gagliano, ha adottato un provvedimento di agevolazioni tributarie a favore delle imprese che intendessero aprire nuove attività commerciali nel Centro Storico.
Ricordiamo che questa non è la prima iniziativa che l’Amministrazione Miroddi ha adottato per il centro storico, già inserito in un percorso turistico che lo valorizza e da la possibilità a tutti gli esercenti di attività commerciali che vi operano o che intendano operarvi di lavorare.
Per poter accedere ai benefici fiscali è stato predisposto un apposito regolamento concernente le disposizioni relative alle agevolazioni tributarie nell’ambito della fiscalità locale.
Il regolamento è composto da 13 articoli, è per chi fosse interessato ad aprire nuove attività commerciali ed accedere alle agevolazioni fiscali, è disponibile on line o all’albo pretorio del Comune.
Le agevolazioni prevedono l’esenzione per tre anni e fino ad un massimo di 30.000 euro annui dalla TARI ( tassa sui rifiuti), dalla TOSAP (Tassa sull’occupazione del suolo pubblico) ed esenzione dell’imposta comunale sulla pubblicità e sulle affissioni.
L’adozione di questo atto deliberativo di Giunta dimostra che l’Amministrazione Miroddi, contrariamente a quanto sostengono gli onnipresenti ed immancabili denigratori,  non solo si adopera in tutti  i settori, ma pone in prima fila quelli come l’ edilizia scolastica,   il percorso turistico ed  ora le agevolazioni fiscali per  creare occupazione in un periodo di recessione lavorativa nazionale.

                                                    Totò Conti