domenica 13 agosto 2017

AL VIA LA SESSANTADUESIMA EDIZIONE DEL PALIO DEI NORMANNI




Si è svolta ieri in Piazza Semini(Teatro) con la consegna delle armi da parte del Gran Magistrato ai cavalieri giostranti la prima giornata della 62^ edizione del Palio dei Normanni con una grande presenza  di pubblico e turisti.
Ottime le innovazioni apportate alla Manifestazione dal nuovo Coordinatore Generale del Palio Stefano Di Dio e dai suoi collaboratori Massimo Di Seri, Filippo Rausa, e Salvatore Arena.
Ieri per la prima volta ha avuto voce anche il Gran  Magistrato che ha esortato i cavalieri di Plutia(o Platia) alla pugna contro i Saraceni per consegnare oggi le chiavi della Città, già libera, al Conte Ruggero.
Bella anche l’introduzione delle danzatrici e danzatori.
Tutto, curato nei particolari, dall’addobbo scenografico in Piazza della Piazza Semini, al corteo ordinato, scorrevole e coreografico che come  di consuetudine ha sfilato per le vie cittadine raggiungendo la Cattedrale dove il Gran Magistrato ha deposto una lampada votiva ai piedi dell’immagine di Maria SS. Delle Vittorie.
Padre Bognanni ha ricordato che il Palio ha ragione di esistere in ragione del vessillo di M.SS. delle Vittorie donato dal Papa Alessandro II° a Ruggero il Normanno per liberare la Sicilia infedeli, poi ha impartito la benedizione ai cavalieri giostranti.
La giornata di ieri era stata preceduta, come antipasto al Palio, da una cena medioevale , curata anch’essa nei particolari da Totò Conti ed organizzata dall’Associazione Piazza Medioevale.
Una cena  alla quale hanno partecipato, uscendo dal castello,  Il Gran Magistrato, il Cerimoniere, il Banditore con le rispettive dame e durante la quale per la gioia di grandi e piccini si sono esibiti il gruppo di tamburi e trombe di Piazza Medioevale, gli arcieri del gruppo Aleramico Piazzese, Michele Calì e sua figlia Debora con esibizioni equestri, giocolieri di fuochi medioevali ed infine ospiti d’onore i tamburi del quartiere Monte padrone di casa.



                                         Totò Conti