martedì 25 luglio 2017

Rubens e la pittura della Controriforma"



Troina  La mostra d’arte pittorica “Rubens e la pittura della Controriforma”, in esposizione alla Torre Capitania di via Conte Ruggero dal 23 aprile scorso, sarà prorogata dal 31 luglio a tutto il mese di agosto, fino a domenica 3 settembre prossimo.
La decisione dell’amministrazione comunale, nasce dall’esigenza di far fronte alle numerose richieste di adesione e alle prenotazioni giunte da parte dei turisti che arriveranno in vacanza nell’Isola nel mese prossimo e, soprattutto, dei molti emigrati troinesi che ritorneranno in città per le festività agostiane.
Per altri 33 giorni dunque, nello splendido scenario dell’ex carcere borbonico della prima capitale normanna della Sicilia, sarà possibile ammirare i due gioielli del celebre pittore fiammingo Pieter Paul Rubens “Madonna con bambino” e “Lot con la famiglia in fuga da Sodoma”, insieme alle altre otto tele dei più insigni pittori italiani e europei precursori dell’arte barocca: “Santa Caterina d’Alessandria” e “Sant’Agata Vergine e Martire” di Scipione Pulzone; “Mercurio e il boscaiolo disonesto” di Salvator Rosa; “San Francesco in estasi” di Gerrit Van Honthorst; “San Giovanni Battista” di Luca Giordano; “San Paolo in visita in carcere a Sant’Agata” di Pietro Novelli; “Gloria dei martiri” e “Gloria delle vergini” di Semplice da Verona; oltre al “Ritratto di Paolo III col camauro” di Tiziano Vecellio.
L’esposizione, rimarrà visitabile tutti i giorni, da martedì a domenica, lunedì escluso, dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle ore 17.00 alle 20.00. Chi fosse interessato, può contattare le cooperative “La Sorgente”, telefonicamente allo 0935/653666 o via e-mail tramite traynatravel@tiscali.it. per informazioni e prenotazioni e “Cooltural-mente”, raggiungibile al 3314675445, su cooltura-mente@libero.it e sulla rispettiva pagina Facebook, per l’accoglienza e l’accompagnamento dei visitatori lungo il percorso della mostra.
Il costo del biglietto, gratuito per i diversamente abili, è di 4 euro e comprende anche l’accesso alle altre mostre allestite all’interno della Torre: quella archeologica con i preziosi reperti dell’età preistorica, ellenistica e romana rinvenuti nelle campagne di scavo effettuate dall’Università degli Studi di Messina e dalla Division of Archaeology University di Cambridge; quella bibliografica “Libri a Troina nell’età della Controriforma”, curata da Pietro Scardilli, con testi proibiti e manuali di predicazione e confessione della seconda metà del ‘500 e inizio ‘600, provenienti dagli antichi conventi monastici della città; quella fotografica de “I bambini e la guerra” dello storico e giornalista Ezio Costanzo; i quadri in esposizione permanente del pittore troinese Gaetano Miani; quella di sculture del giovane artista troinese Igor Castellano “Oltre la forma”; la carrozza ottocentesca donata al Comune dalla famiglia Miraponte, recentemente restaurata, all’interno dell’androne di Palazzo Squillace, dirimpetto la Torre.
Doriana Graziano
                                               

lunedì 24 luglio 2017

Il ghiaccio marino che forma le nubi




Un recente studio dell’Isac-Cnr evidenzia come i microrganismi che vivono nel ghiaccio marino antartico influenzino la composizione dell’aerosol atmosferico e la sua capacità di formare nubi, con possibili effetti su precipitazioni e clima.

Il lavoro pubblicato su Scientific Reports

Il ghiaccio marino polare rappresenta uno dei più grandi ecosistemi del pianeta ed è composto da un ambiente complesso, caratterizzato da condizioni estreme, che tuttavia ospita al suo interno una grande varietà di microrganismi in grado di tollerarle. La presenza di questi microrganismi e la loro vita all’interno del ghiaccio marino risulta fondamentale non solo per la biologia degli oceani ma anche per la composizione dell’atmosfera soprastante, con importanti conseguenze potenziali sul clima globale. È questa una delle conclusioni di un team internazionale che coinvolge ricercatori dell’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del Consiglio nazionale delle ricerche (Isac-Cnr), in un lavoro pubblicato sulla rivista Scientific Reports.
“Lo studio coordinato dall'Istituto di scienze marine, Icm-Csic di Barcellona (Spagna), afferma che il ghiaccio marino, grazie al metabolismo degli organismi che vivono al suo interno, risulta una delle principali fonti di azoto organico contenuto nel particolato atmosferico di alcune regioni dell’Oceano Australe limitrofe alla calotta antartica”, dice Marco Paglione, assegnista di ricerca presso l’Isac-Cnr di Bologna. “La concentrazione e la composizione del particolato atmosferico (o aerosol) a loro volta contribuiscono in maniera sostanziale alla formazione e alle caratteristiche delle nubi, elementi chiave nella regolazione del clima di tutto il pianeta”.
Finora non era stato studiato nei dettagli quali siano le sorgenti di aerosol che contribuiscono alla formazione di nubi nell'atmosfera incontaminata della regione antartica. Questo è stato l'obiettivo della campagna Pegaso - Plankton-derived Emission of Gases and Aerosols in the Southern Ocean (emissioni da plancton di gas in tracce e aerosol nell'oceano australe). “Per due mesi, il team internazionale coinvolto nel progetto ha analizzato campioni di aria, acque marine e ghiaccio marino per studiare l'interazione oceano-atmosfera”, prosegue Paglione, che ha partecipato alla spedizione antartica. Queste misure sinergiche hanno dimostrato appunto che il microbiota contenuto nel ghiaccio marino e nelle aree limitrofe dell´oceano è una sorgente significativa - precedentemente sconosciuta - di componenti organici azotati misurati in atmosfera”.
“Dato il ruolo fondamentale dei composti azotati nella formazione, evoluzione e riduzione dell’acidità degli aerosol”, conclude Cristina Facchini dell’Isac-Cnr, “questi risultati richiedono un maggiore sforzo nella simulazione del comportamento degli ecosistemi marini nei modelli climatici che si pongono come obiettivo la predizione del cambiamento climatico nell'Oceano Antartico”. Il progetto Pegaso ha visto anche la partecipazione, oltre che di Icm-Csic e Isac-Cnr, della National University of Ireland (Galway), dell´Università di Birmingham e del Plymouth Marine Laboratory (Regno Unito), dell´Università di Mainz (Germania), dell’Istituto per la ricerca sulla biodiversità e l'Ambiente (Argentina), del Istituto meteorologico finlandese (Finlandia) e dalla società di ricerca tecnologica Aerodyne Inc (USA).

COSTITUITA LA SOCIETA’ IN HOUSE “TROINA AMBIENTE SRL” PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI

Troina Costituita con atto notarile la società a responsabilità limitata “Troina Ambiente”, di cui il Comune è socio unico e fondatore, che si occuperà della gestione e organizzazione autonoma e diretta del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti sul territorio dell’Ambito di Raccolta Ottimale (ARO) di Troina. A renderlo noto il sindaco Fabio Venezia che, sulla scorta della pianta organica prevista dallo statuto, ha nominato l’ex consigliere di maggioranza della coalizione “Troina Bene Comune” Giovanni Suraniti presidente, il coordinatore provinciale dei comitati cittadini ennesi contrari alle gestione dell’Ato Rifiuti Carlo Garofalo amministratore delegato, l’avvocato Saveria Stancampiano componente del consiglio di amministrazione e il commercialista e ex candidato a sindaco con il gruppo “Insieme per Troina” alle elezioni amministrative del 2013 Francesco Cantale revisore dei conti.
“Con la costituzione della nuova società – spiega il primo cittadino - , inizia una fase nuova che permetterà entro ottobre al Comune di poter gestire direttamente il servizio. Abbiamo nominato un consiglio di amministrazione con esperti dalle competenze tecniche e di alto profilo in materia contabile, tributaria, sindacale e giuridica, che siamo certi faranno un ottimo lavoro. Una scelta simbolica, quella dell’amministratore delegato Garofalo, per dare un forte segnale di discontinuità rispetto alla fallimentare gestione passata e di trasparenza invece, quella del revisore Cantale, che ha concorso con me nel 2013 alla carica di sindaco”.
La neo società, che ha sede in via Conte Ruggero 4, all’interno del palazzo municipale, nei prossimi giorni, espletate le procedure propedeutiche di iscrizione alla Camera di Commercio di Enna e all’Albo dei Gestori Ambientali nazionale, si occuperà del transito del personale dipendente dall’Ato Rifiuti alla “Troina Ambiente srl”, con l’obiettivo di gestire direttamente il servizio già a partire dal prossimo ottobre e avviare contestualmente la raccolta differenziata e lo spazzamento del centro urbano.
 
 
Doriana Graziano

sabato 22 luglio 2017

IL BELLO….. IL BRUTTO…… IL CATTIVO DI PIAZZA ARMERINA










Spesso e volentieri  pur di andare contro tutto e contro tutti su Facebook si vedono pubblicate fotografie che ritraggono e presentano ai cittadini ed ai turisti solo ed esclusivamente immagini di Piazza Armerina immersa nella spazzatura, sovrastata dalle erbacce e sprofondata nelle buche delle strade.

Costoro certamente non amano la Città, non credo che di casa mostrerebbero loro agli amici o agli ospiti le  stanze sporche o smattonate.

Allora, parafrasando un famoso film Western per questi Cecco Angiolieri nostrani, più che con le parole che spesso svaniscono nel nulla,  con una serie di fotografie voglio mostrare  alcuni angoli di Piazza Armerina che con i tempi tecnici e burocratici necessari sono stati puliti sistemati e rivalorizzati da un Amministrazione che sempre e subito viene additata e chiamata in causa per i problemi o le cose negative , mai plaudita per quelle positive come dovrebbero fare tutti coloro, che mettendo da parte il colore politico vogliono veramente bene alla Città.

                                           Totò Conti

giovedì 20 luglio 2017

ISTITUITA ALLA TORRE CAPITANIA LA PINACOTECA CIVICA D’ARTE MODERNA

Troina  Approvata all’unanimità dal consiglio comunale, nella seduta svoltasi ieri sera nella consueta aula delle adunanze del palazzo municipale, l’istituzione, nel complesso monumentale della Torre Capitania di via Conte Ruggero, della Pinacoteca civica d’arte moderna per l’esposizione al pubblico e la valorizzazione delle opere custodite, prestate o donate al Comune e del relativo regolamento che ne disciplina funzioni, finalità e fruibilità.
“L’istituzione della Pinacoteca civica – spiega il sindaco Fabio Venezia - , oltre a rientrare nella progettualità perseguita dall’amministrazione di salvaguardia e promozione del patrimonio storico-artistico e dei beni culturali della città per favorire un modello di sviluppo legato alla loro valorizzazione, consentirà l’organizzazione di eventi e mostre di portata nazionale internazionale, che rilanceranno notevolmente l’offerta culturale e turistica di Troina, con evidenti ricadute economiche sul territorio e sul versante dei flussi di visitatori”. Tra gli obiettivi del progetto museale, che assicura la conservazione, l’ordinamento, l’esposizione, lo studio, la conoscenza e la fruizione pubblica delle sue collezioni, sono infatti previste diverse e specifiche attività che spazieranno dall’incremento del patrimonio artistico in possesso alla conservazione e al restauro dello stesso, dall’inventariazione e catalogazione dei beni al loro studio e alla ricerca, dall’esposizione alla promozione di iniziative didattiche per promuoverne la conoscenza, dall’organizzazione di mostre, seminari, incontri e convegni al prestito delle opere a altri soggetti pubblici e privati, dalla pubblicazione di opere scientifiche e divulgative alla valorizzazione del museo e delle collezioni custodite al suo interno. “L’obiettivo – prosegue il primo cittadino - , è quello di istituire rapporti con altri Enti per favorire progetti di studio, ricerca e valorizzazione dei nostri beni culturali, scambiare opere con altri musei, collaborare con le scuole per sviluppare progetti di divulgazione della cultura artistica e stipulare accordi con le associazioni di volontariato che svolgono attività di salvaguardia e diffusione dei beni culturali, per ampliare la promozione e la fruizione del patrimonio culturale del nostro territorio”.
La Pinacoteca sarà infatti gestita direttamente dal personale del Comune, che potrà avvalersi di soggetti esterni, pubblici o privati, tramite apposita convenzione o contratto di servizio, oppure attraverso i giovani del Servizio Civile Volontario Nazionale e gli stagisti e i tirocinanti provenienti dalle facoltà universitarie il cui indirizzo di studi sia coerente con la missione e la natura del museo.
A un Direttore Scientifico Onorario che, sulla scorta delle proprie competenze, verrà nominato a titolo gratuito per tre anni con decreto sindacale, spetterà il coordinamento per la compilazione di guide e cataloghi illustrativi della Pinacoteca, la promozione di attività didattiche e culturali, la valorizzazione delle collezioni attraverso attività culturali, educative e di divulgazione scientifica, la progettazione delle attività relative alle esposizioni temporanee, la redazione dei cataloghi e delle pubblicazioni, la progettazione delle attività didattiche e degli eventi collaterali connessi alle esposizioni.
Per i servizi educativi e didattici, si farà ricorso alla collaborazione con professionalità specializzate provenienti dal mondo della scuola e dell’università.
Riguardo invece le risorse economiche e finanziarie necessarie per l’espletamento delle varie attività della Pinacoteca, ogni anno il Comune stanzierà degli appositi fondi dal proprio bilancio, integrandoli con la concessione di ulteriori contributi che potranno essere elargiti da parte della Comunità Europea, dello Stato, della Regione, della Provincia e di altri enti pubblici privati, anche attraverso sponsorizzazioni, su presentazione di specifici progetti.
 
 
Doriana Graziano

Comunicato dimissioni

A due anni di distanza dal commissariamento, l'Ente Parco Floristella-Grottacalda, unica realtà di civiltà mineraria in provincia, non conosce ancora il futuro che lo aspetta. Purtroppo la Regione Sicilia, che vive oggi uno dei periodi più bui della propria storia, non sembra intenzionata a dare più rilievo e possibilità di rilancio a questa realtà che se ben assistita, potrebbe essere una risorsa nonchè motivo di  sviluppo per il territorio Ennese, ma sopratutto per quei comuni con esso consorziati. Purtroppo oggi la politica ha ha altre priorità che nulla hanno a che fare con il benessere della gente e dei territori. Il nuovo presidente nominato da circa sei mesi, non è o non vuole essere in condizioni di fare insediare il CDA, senza il quale non può avviare una seria politica di programmazione e sviluppo dell'Ente. Non credo che nel futuro prossimo le cose cambieranno, pertanto anche se con estrema amarezza, ho rassegnato le mie dimissioni da componente del CDA dell'Ente Parco Floristella-Grottacalda con l'auspicio che l'amministrazione regionale che verrà, possa dare a questa realtà l'importanza e l'attenzione che merita. Ma se così non sarà, auspico che l'amministrazione comunale di Piazza Armerina avvii nel più breve tempo possibile, tutti gli atti necessari alla fuoriuscita da questa società partecipata di cui il comune e la città di Piazza Armerina non vedono più benefici da da due anni, pur contribuendo con il pagamento della quota annuale, alla sopravvivenza dello stesso. La stessa quota potrebbe essere inserita in un capitolo specifico che vada a sostenere una delle poche realtà di civiltà mineraria in Provincia, sita a Piazza Armerina in Via Garibaldi, i cui soci ex minatori dedicano in modo assolutamente volontario gran parte del loro tempo.
 
 
L'ex componente del CDA dell'Ente Parco Floristella-Grottacalda
Avvenia Carmela

mercoledì 19 luglio 2017

LETTERA APERTADEL VICE SINDACO GIUSEPPE MATTIA SULLA PROBLEMATICA”PRECARI COMUNALI”



In questi ultimi giorni molte polemiche mi hanno associato alla problematica dei lavoratori precari ed ad orario ridotto.

Ho voluto specificare le tipologie di lavoratori perché diversi ex Amministratori o politici locali attuali non conoscono neanche la differenza tra le  categorie di dipendenti.

Devo dire, che  questi  stessi politici , si sono mostrati sensibili a questo  problema solo  nel periodo strettamente pre-elettorale.

Frasi ricorrenti di chi mi è ostile dicono “Mattia ha messo il Comune nelle mani dei precari”…..”ha dato un servizio essenziale ad un precario ecc.” frasi che fanno capire chiaramente che chi pur avendo amministrato per diversi anni è stato incapace di dare tranquillità e sicurezza a lavoratori che ormai costituiscono la spina dorsale del Comune.

Interi settori e servizi sono retti dal personale precario o stabilizzato da poco, ma che  pur toppo opera ad orario ridotto.

Per dirla tutta qualche ex Amministratore lo  ha pure scritto in un libro……. che i precari ed i lavoratori forestali, (altra categoria del nostro territorio da tutelare) sono la causa del fallimento del proprio programma per la loro  mancanza di professionalità lavorativa.

Come mi rimbombano ancora oggi le frasi di qualche politico, che si propone alle prossime scadenze elettorali, che quando amministrava sulla problematica precari si defilava affermando “ non è un problema di mia competenza “ oppure” il vostro problema non mi interessa ecc.”

Qualcuno ha pure cercato di danneggiare la mia immagine  associandomi al vecchio Governatore Raffaele Lombardo.

In realtà questo tentativo mi fa da sponda su una mia ferma convinzione del percorso politico ed amministrativo che ho seguito durante questo mandato.

Pur essendo Innegabile che l’Assessorato ai Lavori Pubblici da me guidato  è stato il settore che ha maggiormente brillato  con 32 progetti tangibili, tutti finanziati e portati avanti,  battendo ogni precedente Amministrazione e che per tale motivo  ha avuto riconoscimenti anche dalla Presidenza del Consiglio, la  più grande soddisfazione della mia attività politica arriva  dalla convinzione di essere stato determinante nel processo di stabilizzazione dei precari nel nostro Comune.

Il sorriso e le lacrime di gioia dei lavoratori che finalmente hanno raggiunto questo traguardo unite all’espressione fiduciosa di coloro che saranno stabilizzati a breve, mi ripagano ampiamente di ogni sacrificio e superano le soddisfazioni di altri successi.

Concludo affermando che ripercorro con piacere l’esperienza fatta con Lombardo che ha stabilizzato tutti i precari dipendenti della Regione ed ha aumentato le giornate lavorative a tantissimi forestali.

La mia sensibilità e conoscenza del problema nasce proprio da quella esperienza politica.

A voi che leggete questa mia lettera aperta lascio ogni riflessione e giudizio sul sulla bontà o meno del mio operato”.


                                         Giuseppe Mattia

FINANZIATO IL PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DEL PARCHEGGIO TRA LE VIE SAN SEBASTIANO E RIZZA

Troina,  Arrivato dall’Assessorato Regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità il decreto di finanziamento dell’importo di 1 milione e 290 mila euro per la realizzazione di un parcheggio nel centro storico, tra le vie San Sebastiano e Rizza.
Il progetto, redatto dagli ingegneri Andrea Pettinato e Antonino Virgillito dello studio tecnico “Kairos” di Troina, attraverso una soluzione alternativa di mobilità sostenibile, prevede un parcamento per la sosta di 53 autovetture e un collegamento verticale con l’asse viario di via Conte Ruggero, tramite un ascensore panoramico inclinato, con approdo sul piazzale di Largo Medaglie d’Oro.
Il parcheggio, che servirà soprattutto per i pazienti e i dipendenti dell’Irccs “Oasi Maria Santissima”, che giornalmente percorrono il tragitto per raggiungere la struttura, permetterà al tempo stesso di limitare e decongestionare il traffico veicolare in via Conte Ruggero e in buona parte del centro storico.
L’amministrazione comunale, all’inizio del 2014, proprio per far fronte all’urgente necessità di realizzare dei parcheggi, in modo da riorganizzare la circolazione e la sosta veicolare e per fornire ai cittadini e agli utenti le infrastrutture indispensabili per migliorare la qualità dei contesti e degli ambienti dell’habitat sociale, ha incaricato i due progettisti di redigere un progetto che, pur risolvendo le problematiche della viabilità, mantenesse inalterati i caratteri tipici dell’impianto urbanistico medievale del centro storico.
Da qui la decisione di intervenire in un’area circoscritta, piuttosto che modificare l’assetto del tessuto urbano. “Dopo quasi quattro anni di duro lavoro – commenta il sindaco Fabio Venezia - , siamo finalmente riusciti a concretizzare questa impresa. Esprimiamo grande soddisfazione per il finanziamento di questo importantissimo progetto che cambierà in maniera radicale il sistema di mobilità del nostro centro storico, con le inevitabili e positive ricadute per l’Oasi e per gli abitanti della zona”.
I lavori per la realizzazione del parcheggio e dell’ascensore panoramico saranno avviati entro la fine dell’anno, dopo che saranno espletate le procedure di gara per l’affidamento.
Doriana Graziano

GLI IMMIGRATI A PIAZZA ARMERINA



 
In merito ai recenti fatti accaduti  in Contrada S. Croce che hanno portato all’arresto di parecchi extracomunitari residenti in una struttura ricettiva di Piazza Armerina per blocco stradale e resistenza a pubblico ufficiale, il Sindaco Filippo Miroddi ci ha rilasciato la seguente dichiarazione.
La migrazione è un tema complesso.
Affrontarla con i post su Facebook mettendo la gente una contro l’altra e scatenando una guerra tra poveri è un fatto grave ed irresponsabile soprattutto se a buttare benzina sul fuoco è chi ha fatto politica ed usa la lotta contro gli immigrati per fare campagna elettorale.
La migrazione invece va gestita come Comunità, insieme alle Associazioni, alla Chiesa ed alle istituzioni tutte, dalla Prefettura alla Questura.
C’è ed occorre dirlo un tema legato ai numeri.
Città come la nostra, che in tempi non sospetti ha accolto il sistema SPRAR, grazie alla clausola di salvaguardia, non dovrebbe vedere sorgere altri centri di accoglienza il cui controllo sfugge al Sindaco ed anche ai Prefetti.
Per questo è opportuno che tutte le città facciano accoglienza in modo da ridurre i numeri.
Inoltre i centri di accoglienza, come facciamo con lo SPRAR devono organizzare attività di integrazione.
Non è giusto lasciare i migranti nelle strutture dando loro solo vitto ed alloggio.
Ma occorre, insieme alla Chiesa ed alle Associazioni, organizzare attività di integrazione e non mettere la gente l’una contro l’altra.
Un grazie di cuore va a tutte le forze dell’ordine per l’encomiabile attività di controllo e di costante monitoraggio del territorio”.

                                                Totò Conti

lunedì 17 luglio 2017

AL VIA IN PIAZZA SENATORE MARESCALCHI I LAVORI PER L’INSTALLAZIONE DI GIOCHI PER BIMBI




Ancora un progetto realizzato dall’Amministrazione Miroddi, il Vice Sindaco Mattia dichiara: come promesso,  senza vendere fumo come ha fatto in passato qualche precedente Amministratore, sono iniziati i lavori per l’installazione di giochi per  bambini in piazza Senatore Marescalchi”.
Chiaramente, continua Mattia, “si sono dovuti attendere i tempi tecnici e burocratici ma nel giro di pochi giorni avremo un area giochi più bella di prima con maggiori attrattive e massima sicurezza.

I lavori prevedono:Un gioco surf giochi di equilibrio su panni orizzontale dai 3 ai 14 anni;

Un gioco bilico bubble gioco a due postazioni per dondolarsi;
Un gioco arrampicata orsetto  struttura multifunzionale dai 3 ai 14 anni;Un ponte mobile  gioco equilibrio con corrimano;Un flyng carousel  giostra rotante adatta a bambini disabili.

Inoltre  verrà riparato e rimontato in perfetta sicurezza il vecchio multi gioco danneggiato.

A suo completamento il progetto prevede un tappeto gommato per tutto il perimetro dell’area.
Nella realizzazione di questo progetto conclude Mattia.
Notevole e stato l’impegno ed il lavoro svolto dalla  collega assessore Rita Marotta che si è avvalsa dell’Assessorato ai Lavori pubblici per tutti gli interventi necessari all’installazione dei giochi”.


                                            Totò Conti

sabato 15 luglio 2017

LETTERA APERTA




Visto il clamore suscitato dalle dimissioni della Dr.ssa Pascolato e le gravi accuse mosse alla mia persona, trovo doveroso chiarire quanto accaduto realmente, nell'episodio riportato delle dimissioni del funzionario, senza timore di smentita alcuna, preciso, che non è e non è stato mai mio costume minacciare nessuno..
Preciso che in questi anni, con la dottoressa Pascolato abbiamo collaborato sempre in un clima di massima fiducia e rispetto,  pertanto non comprendo come abbia potuto impuntarmi un comportamento così grave .
Non ho mai pronunziato le frasi in quel modo e con quel significato, che mi si vuole attribuire. Certamente, nel ruolo istituzionale che rivesto, ho cercato con determinazione, di dare seguito, ad una delibera di consiglio comunale che dava copertura finanziaria all'aumento delle ore lavorative dei tanti impiegati che tutti i giorni lavorano per il comune di Piazza Armerina. Già da circa dieci giorni la funzionaria in questione, per stanchezza o per altri motivi che non conosco, non dava seguito inspiegabilmente a ciò che il civico consesso aveva deliberato con urgenza ed in un giorno prefestivo, approvando responsabilmente il bilancio .Non ho mai pronunziato le frasi in quel modo e con quel significato che mi si vuole attribuire. Certamente, nel ruolo istituzionale che rivesto, ho cercato con determinazione, di dare seguito, ad una delibera di Consiglio Comunale che dava copertura finanziaria all'aumento delle ore lavorative dei tanti impiegati che tutti i giorni lavorano per il Comune di Piazza Armerina.
 Già da circa dieci giorni la funzionaria in questione, per stanchezza o per altri motivi che non conosco,  inspiegabilmente non dava seguito   a ciò che il civico consesso aveva deliberato con urgenza ed in un giorno prefestivo, approvando responsabilmente il bilancio .
 L’urgenza non nasceva solo dalla comprensibile necessità dei lavoratori, ma anche dai servizi che il Comune deve garantire ai cittadini. Tali servizi sono penalizzati, dal numero insufficiente di ore lavorative a disposizione di tanti impiegati ragion per cui si rendeva necessaria una integrazione oraria.
 Non faccio mistero che ho messo tanto impegno e passione nel dare la giusta dignità ai lavoratori precari e ad orario ridotto che appartengono a questo Comune. Pertanto, ho trovato ingiusto nei confronti non solo degli impiegati, ma anche dello stesso Consiglio Comunale, che qualcuno continuasse a prendere tempo creando disagi senza dare seguito a quanto già deciso, anche grazie alla sensibilità mostrata da tutti i Consiglieri Comunali.
Sono stato determinato  nell'accelerare il percorso degli atti amministrativi nell’interesse dei lavoratori e dei cittadini,  aggiungo orgoglioso di averlo fatto! Tutto ciò, sempre nel massimo rispetto come è mio costume di tutti i miei interlocutori.
Escludo tassativamente di aver utilizzato un tono minatorio nei confronti di chiunque, specialmente nei confronti del Ragioniere Capo. Tutto ciò verrà confermato dai numerosi testimoni presenti.
 In ogni caso reputo opportuno, riservarmi, di segnalare la vicenda alle autorità competenti in modo da poter tutelare il mio onore da queste accuse che reputo ingiuste ma soprattutto non reali.
 Inoltre, ho già conferito mandato difensivo per inoltrare una denuncia-querela per calunnia nei confronti di alcuni denigratori politici che preannunciano atti querelatori a miei danni assolutamente infondati.
                                                                                                                      
                                         Giuseppe Mattia

giovedì 13 luglio 2017

PIU’ ORE LAVORATIVE PER GLI EX PRECARI STABILIZZATI




Oggi nella Sala delle Luci alla presenza della Dr.ssa Parlascino responsabile del personale, il Sindaco Miroddi ed il suo Vice Mattia hanno fatto firmare ai precari già stabilizzati che fino ad oggi hanno operato con orari ridotti, il contratto che garantisce loro un amento orario e che vede passare alcune figure dalle attuali 18 a 24 ore lavorative, altre da 24 a trenta, altre ancora da 18 a 30 a seconda del merito e delle necessità dei vari uffici.
Questo aumento orario garantirà non solo ai lavoratori una busta paga più pesante (anche  ai fini pensionistici) ma anche  una maggiore funzionalità agli uffici comunali, in quanto tra pensionamenti e blocchi concorsuali, i precari stabilizzati costituiscono attualmente il pernio sul quale ruota tutta l’attività amministrativa degli uffici.
Il Sindaco Miroddi ha ribadito che già in campagna elettorale aveva messo tra i punti del suo programma non la “Promessa” ma “ L’Obbligo” della Sua Amministrazione di stabilizzare i Precari, obbligo che ha mantenuto sia con quelli già stabilizzati che con tutti gli altri ancora da stabilizzare e che stabilizzerà prima della scadenza del suo mandato.
Mattia nel confermare le parole del Sindaco, ha aggiunto che questa è stata una scelta coraggiosa come tante altre fatte dall’Amministrazione Miroddi, scelta che garantisce il posto di lavoro a tante persone che da più di venti anni sono al comune senza la certezza di un futuro lavorativo, una scelta osteggiata dalle opposizioni e mai ipotizzata dai Sindaci e dalle precedenti Amministrazioni.
Gli ex precari hanno ringraziato Miroddi e Mattia dicendo che mai avrebbero creduto che questa promessa elettorale divenisse per loro una realtà.
A queste parole, Mattia ha risposto affermando che l’Amministrazione attuale presenta fatti e non parole, non come facevano i precedenti Sindaci ed Amministratori che in intere pagine di interviste vantavano una Città nuova con piscine coperte, ludoteche, piste di ghiaccio mai realizzate e rimaste solo su un foglio di carta di giornale.

                                           Totò Conti





Finanziato il progetto dall’Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, nell’ambito del bando sulla riqualificazione urbana


Troina, L’Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, nell’ambito del bando sulla riqualificazione urbana, cui il Comune aveva partecipato presentando un apposito progetto, ha finanziato, per un importo complessivo di 1milione e 100 mila euro, i lavori per la riqualificazione e il recupero di piazza Conte Ruggero e via Roma. A renderlo noto, all’indomani dell’arrivo del decreto di finanziamento, il sindaco Fabio Venezia, che ha così commentato: "Con la realizzazione di questo importante progetto cambieremo il volto del centro storico e, in particolare, della piazza più importante di Troina e della relativa via di accesso. Piazza Conte Ruggero, diventando pedonale, sarà un vero e proprio salotto per la nostra città. Il lavoro di programmazione di questi anni, ci sta consentendo di ottenere diversi milioni di euro di finanziamenti. Contiamo entro l'estate di bandire la gara, in modo tale che entro fine anno possano iniziare i lavori".
L’amministrazione comunale nell’ottobre del 2015, per consentire una maggiore valorizzazione e fruizione turistica del patrimonio archeologico, monumentale, storico, artistico e ambientale del centro storico, aveva infatti presentato un progetto che, oltre a riqualificare la piazza, consentisse una più agevole fruibilità pedonale per i disabili mediante la realizzazione di due scivoli per l’accesso e, al contempo, migliorasse la manutenibilità della pavimentazione.
I lavori che interesseranno sia la piazza Conte Ruggero che le relative vie di accesso, Conte Ruggero, Roma e Francesco Schifani, prevedono infatti lo svellimento del cotto esistente, che sarà sostituito con basole in pietra, e la realizzazione di fasce di riquadro sabbiate.
I ciglioni esistenti verranno dismessi e reintegrati con altri nuov,i che saranno realizzati con la stessa pietra utilizzata per la pavimentazione, mentre in via Conte Ruggero si procederà all’integrazione di caditoie per la raccolta delle acque piovane e all’installazione di dissuasori per rendere pedonale il tratto di carreggiata in caso di necessità.
Lungo via Roma inoltre, saranno demoliti i garage dei privati e verrà realizzato un parcheggio per le automobili.

Doriana Graziano

NOMINATO IERI IL NUOVO ASSESSORE AL BILANCIO




Nominato ieri dal Sindaco Miroddi il nuovo assessore al Bilancio dopo le dimissioni per motivi personali e familiari di Valentina Nicotra.

Il nuovo Assessore è l’Avv. Roberta Orlando che ieri pomeriggio ha prestato giuramento nella sala delle luci alla presenza di tutta la Giunta, della stampa e di numerosissimi parenti ed amici.

Il Neo Assessore palesemente emozionato ha espresso la volontà di conoscere fin da oggi tutti gli impiegati che operano nel suo settore  per mettersi immediatamente al lavoro.

Un lavoro che si preannuncia impegnativo grazie al taglio di 772 mila euro nel bilancio approvato qualche giorno fa dal Consiglio Comunale.

Qualcuno, avvalendosi di un pallottoliere simile a quello dei bigliardini da calcetto, ha voluto contare il numero degli assessori alternatisi in quattro anni nella giunta Miroddi,  dimenticando i suoi predecessori ed omettendo  che una metà di essi hanno rassegnato le proprie dimissioni non per divergenze amministrative  ma per presunte incompatibilità o per sopraggiunti impegni personali o familiari.

                                          Totò Conti