giovedì 1 giugno 2017

OTTANTA MILA EURO FINANZIATI PER L’ASILO NIDO



E’ ufficialei la notizia di conferimento del finanziamento di ottantamila euro per i lavori di abbattimento delle barriere architettoniche con la costruzione di un ascensore e messa in sicurezza dell’Asilo Nido Comunale.

L’edificio è situato nel centro storico della Città, a pochi metri dalla Basilica Cattedrale, nel quartiere Monte esso si inserisce in un contesto urbano ormai consolidato risalente al secondo dopoguerra,   l’Amministrazione Miroddi ha ormai da tempo avviato una oculata politica di riqualificazione urbana che vede prioritario l’intervento sul patrimonio scolastico esistente.
 
Obiettivo della suddetta politica di riqualificazione urbana è assicurare, tramite il recupero degli edifici scolastici esistenti, il miglioramento della qualità della vita nei tessuti urbani consolidati, garantendo un ambiente urbano più sostenibile integrando aspetti economici, sociali, culturali e ambientali, motivi per i quali l’Edificio deve essere adeguato alla normativa vigente per quanto riguarda ‘abbattimento delle barriere architettoniche, motivi che hanno spinto l’Amministrazione Miroddialla determinazione di procedere all’esecuzione dei lavori, dando incarico all’Ufficio Tecnico Comunale progettazione dell’opera”.

L’Assessore ai lavori pubblici e Vice Sindaco Giuseppe Mattia, nel ribadire che L’Amministrazione tra gli innumerevoli progetti portati avanti eseguiti ed in via di esecuzione, ha prioritariamente voluto ristrutturare e mettere in sicurezza tutte le scuole armerine , ha testualmente dichiarato: ”Devo apprezzare il lavoro dell’Ufficio Tecnico e dell’Assessorato ai Lavori Pubblici che in collaborazione con quello dei Servizi Sociali ed in perfetta sintonia, che  hanno permesso il raggiungimento di questo traguardo. 
Devo aggiungere, “continua Mattia che pochi credevano in questo bando e solo la determinazione e la convinzione di un Amministrazione dinamica e fattiva che vuole il bene della Città dei suoi cittadini, ci ha permesso di intercettare queste risorse e centrare l’obiettivo”.
                                                              
Totò Conti