mercoledì 1 marzo 2017

Bloccate dall'Assemblea dei Sindaci le partite pregresse

Nel prosieguo del braccio di ferro tra Amministrazione Miroddi ed Acqua Enna il Vice Sindaco Giuseppe Mattia delegato, dal Sindaco Miroddi, ci comunica che l’Assemblea dei Sindaci ha votato la soppressione delle partite pregresse e che determinante è stato il voto di Piazza Armerina ed Enna, considerato che ogni Comune rappresenta il proprio peso in quote, ragion per cui la delibera è passata per pochi decimi in quanto altri Amministratori di altri Comuni si sono nascosti sfuggendo alle proprie responsabilità.
La delibera è stata adottata alla presenza di un folto pubblico di cittadini ed Associazioni che possono testimoniare la ferrea presa di posizione dell’Amministrazione Miroddi nei confronti delle partite pregresse e di Acqua Enna, nell’ occasione Mattia ha ricordate le gravi responsabilità di quegli Amministratori che nel 2004 e 2005 hanno consentito questo contratto capestro, invitando tutte le associazioni che tutelano gli interessi dei cittadini ad allontanare quei politici che si annidano tra loro in cerca di verginità.
In seguito all’adozione di questa delibera, Acqua Enna ha paventato eventuali danni e ripercussioni che potrebbero subire i comuni ed i cittadini, in risposta a tale ipotesi Mattia ha comunicato che da parte del Comune di Piazza Armerina è già in atto uno studio per creare una Commissione che valuterà eventuali inadempienze contrattuali da parte dell’ente gestore come stabilisce la legge 34/ 2015 all’ articolo 12.


Totò Conti