giovedì 16 febbraio 2017

MATTIA: “ STOP ALLE PARTITE PREGRESSE”




Continua il braccio di ferro tra l’Amministrazione Miroddi, che fin dal suo insediamento non ha condiviso un contratto capestro firmato da chi li aveva preceduti ed Acqua Enna, contratto che ha consentito  a questo Ente di gestire un liquido essenziale per la vita in modo  univoco stabilendo tariffe, taglio di contatori e servizi, senza spesso garantire l’erogazione dell’acqua per giorni interi.

Braccio di ferro che su delega del Sindaco Miroddi è stato portato avanti dal Vice Sindaco Mattia che assieme all’Assemblea dei Sindaci della ex Provincia di Enna qualche giorno fa hanno deliberato per intimare all’ex A.T.O. ora A.T.I.(Commissariata) la sospensione in bolletta delle partite pregresse 2005/2010, anche in considerazione che  alcuni cittadini che hanno fatto ricorso in proprio al Giudice di Pace hanno avuto sentenze favorevoli.

Per quanto sopra il Vice Sindaco Mattia “diffida Acqua Enna a sospendere il pagamento delle partite pregresse e a non procedere al taglio dei contatori qualora il cittadino dovesse scorporare dalla bolletta la quota relativa alle partite pregresse”.

Preannuncia inoltre l’emanazione di un Ordinanza  che impedisca il taglio dei contatori ai cittadini indigenti o che versano in gravi condizioni economiche.

Queste Misure dice Mattia “ Alleggeriscono lo scontro sociale tra cittadino ed Acqua Enna, aumenta invece quello istituzionale con il Comune , scontro sempre esistito con l’Amministrazione Miroddi che ha riportato numerose vittorie  sui ripristini, vedi Piazza Europa e canale fognario Porta Castellina, ora continua Mattia, non ci accontenteremo di vincere battaglie ma se i disservizi dovessero continuare  cercheremo di trovare i mezzi legali di rescindere il contratto e vincere la guerra”.

                                                 Totò Conti