sabato 17 settembre 2016

MIRODDI NON CI STA E CHIEDE SPIEGAZIONI



Inammissibile è gravissima la decisione presa dalla Commissione Regionale Turismo di escludere dai grandi eventi culturali siciliani “ il Palio dei normanni “.
Parecchie le manifestazioni cancellate, ma sembra quasi che qualcuno voglia penalizzare particolarmente Piazza Armerina ed il suo territorio, prima l’Ospedale, poi il 30% dei proventi della Villa Romana ed infine anche il Palio.
E……. menomale che siamo sito UNESCO;  ci restano il Comune e la Diocesi, ma credo che qualcuno stia già studiando   il sistema di toglierci anche questi.
E’ Assurdo che una manifestazione come il Palio dei Normanni che ha raggiunto le 61 edizioni, nata nel 1952, dall’8/5/2006 inserita nel Registro delle Eredità Immateriali di Sicilia ed iscritta nelle manifestazioni turistiche di grandi richiamo nel territorio Regionale possa essere esclusa, quando sono state incluse manifestazioni meno importanti e di più recente istituzione, guarda a caso quelle di Enna.
Miroddi e la Sua Amministrazione non ci stanno e con una nota inviata giorno 15/09/1016 all’Assessorato al Turismo chiedono di conoscere le motivazioni che hanno indotto la Commissione ad escluderla dal finanziamento, in particolare si chiede copia del verbale di esclusione,  quello dei criteri per la valutazione,  quello delle istanze presentate e  quello sulla valutazione dei punteggi al fine di  vagliare l’opportunità di avviare un azione giudiziaria avverso la graduatoria finale, il tutto nei termini di legge.
Anche un nostro Deputato Regionale che solitamente non sembra molto interessato ai problemi di Piazza Armerina, trattando l’argomento per altre manifestazioni escluse, in questa occasione ha ritenuto opportuno spendere due, ma solo due, parole in merito.






                                            Toto’ Conti