lunedì 12 settembre 2016

A PIAZZA ARMERINA IL SOTTOSEGRETARIO ALLA GIUSTIZIA G. MIGLIORE





Piazza Armerina ieri in forma privata per visitare la Villa
Romana del Casale il Sottosegretario alla Giustizia On. G. Migliore del PD che nell’occasione è stato ricevuto nella Sala delle Luci dal Sindaco Miroddi, come primo Cittadino e come facente parte dei Sindaci che aderiscono al partito, ad attenderlo vi erano altri colleghi dei paesi viciniori, i consiglieri comunali PD Alfarini e Neglia  , la stampa ed esponenti della politica locale.
Dopo il benvenuto all’ospite del Sindaco Miroddi, ha preso la parola il Sottosegretario Migliore che ha illustrato gli obiettivi in corso e futuri della Politica Renziana a favore dei cittadini, soffermandosi sulla giustizia e legalità ed in particolare sulla bontà della Riforma Costituzionale.
Successivamente all’On. Migliore sono state poste da Miroddi, dagli altri Sindaci e dalla numerosa stampa presente domande relative alla viabilità in generale ed in particolare su quella che porta alla Villa Romana, sul Turismo e Sanità in vista di una riforma che prospeterebbe la chiusura del pronto soccorso e quindi dell’Ospedale in un sito UNESCO come Piazza Armerina.
Il Sottosegretario ha risposto che  questi senza alcun dubbio   sono problemi importantissimi che non possono essere ignorati,  ma che riguardano  la Regione Siciliana ed il Suo Governo e che di conseguenza né come cittadino né come politico poteva esprimere una propria opinione in merito.
Ha poi affermato che il Governo Renzi si è attivato e continua a farlo a livello Nazionale sui settori che riguardano  Lavori Pubblici, Turismo e Sanità, ma che poi, sono le singole Regioni che conoscono più da vicino i problemi delle proprie realtà e che di conseguenza possono meglio affrontarli e risolverli.
Successivamente il Sottosegretario Migliore accompagnato dal Sindaco si è recato a visitare la Villa Romana apprezzandone la maestosità e la bellezza dei mosaici, durante la visita ha altresì avuto modo di rendersi conto di persona della precaria viabilità che conduce alla stessa.

                                                     Totò Conti