martedì 16 agosto 2016

CONCLUSA LA SESSANTUNESIMA EDIZIONE DEL PALIO DEI NORMANNI








Come in una favola a lieto fine con l’ultimo botto di un gioco di fuoco, sobrio ma piacevole, (a caval donato non si guarda in bocca), che come l’illuminazione sono stati fatti grazie all’ aiuto di piazzesi di “ Buona Volontà” che hanno messo le mani in tasca, Sindaco compreso, per donare un offerta alla Patrona, si sono concluse sia la 61^ edizione del Palio dei Normanni che i festeggiamenti in onore di Maria SS. Delle Vittorie.
 Il Palio, come tutti sanno, quest’anno è stato travagliato da polemiche, discordie, incomprensioni e le immancabili gufate.
Un grandissimo merito va riconosciuto all’Amministrazione Miroddi che ci ha creduto, si è scommessa  con grande  volontà e determinazione,  nonostante sia stata ostacolata da un opposizione che pur di screditarla è ricorsa a piacevoli vigniette, ma anche ad antipatiche piccinerie di cui non c’è certamente da vantarsi  per chi dice di voler risolvere i veri problemi della Città.
Il tempo instabile è stato protagonista di questa 61^ edizione che nonostante tutto, grazie anche al Coordinatore Generale del Palio Germano Crocco ed ai suoi validissimi collaboratori si è svolta regolarmente e senza alcun intoppo.
Da sottolineare una straordinaria presenza di pubblico sia per le vie cittadine che al S. Ippolito alla Giostra del Saraceno.
Straordinaria presenza che ha portato una boccata di ossigeno all’economia locale (Bar, Ristoranti, B&B, ecc.) che hanno lavorato a pieno ritmo e che avrebbero subito danni irreparabili se il Palio non si fosse fatto.
E poi………….. come in un giallo dai molteplici colpi di scena chi risulta vincitore: “  IL CASALOTTO” il quartiere che ha creato tanti problemi.
No dice il Vice Sindaco Mattia, che giorno 14 mattina nella Sala delle Luci ha Brindato al Palio ed   alla Giostra con tutti i protagonisti: “hanno vinto i cavalieri, i cittadini e tutti coloro che lo amano.
Hanno perso gli idioti e coloro che in malafede volevano  boicottarlo danneggiando i commercianti, l’economia e l’immagine della Città, costoro vanno cacciati da qualsiasi ruolo di rappresentatività.
Il Casalotto ha vinto tutto: Palio, miglior cavaliere e Vessillo in una sfida avvincente che ha visto Monte e Castellina tallonarlo fino all’ultima prova.
Maria SS. Delle vittorie, uscita ieri in processione accompagnata da migliaia di fedeli, ha protetto ancora una volta  Piazza Armerina facendole rivivere giorni di grande movimento e vitalità.
Ora come recita una famosissima canzone napoletana: “Chi avuto ha avuto ha avuto , chi ha dato ha dato ha dato scurdammece u passato,  e tutti.
Amministrazione, Quartieri, Associazioni ecc. bisogna sedersi ad un tavolo e lavorare per migliorare il Palio e far si che la prossima edizione sia la migliore in assoluto.

                                             Totò Conti