mercoledì 6 luglio 2016

Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica



Incontro in Prefettura tra le Forze dell’ordine ed il Sindaco di Pietraperzia sul tema della sicurezza nel territorio del Comune di Pietraperzia .


Nel corso della odierna riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica con i rappresentanti provinciali delle Forze dell’ordine ed alla presenza del Sindaco di Pietraperzia, il Prefetto Maria Rita Leonardi ha svolto un’aggiornata valutazione della situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica anche alla luce della recente brillante operazione condotta in quel Centro urbano dall’Arma dei Carabinieri di Enna, che ha portato all’arresto di numerosi soggetti operanti nel territorio, indagati per la commissione di vari reati anche di natura mafiosa.

Tale operazione, che ha avuto ampia eco sugli organi di stampa, ha anche restituito serenità alla comunità locale, le cui preoccupazioni erano state di recente rappresentate in Consiglio comunale.

Con l’occasione, la dott.ssa Leonardi, nel rassicurare il Sindaco sulla costante ed incisiva attività di prevenzione e di contrasto alla criminalità, ha sollecitato il medesimo a porre in essere tutti gli adempimenti necessari all’attivazione dell’impianto di videosorveglianza, utile deterrente alle azioni criminali.
  

 Dr. Filippo Fiammetta

Istituzione Comitato contro le truffe agli anziani ecc.




COMUNICATO STAMPA

E’ stato costituito in data odierna, dal Prefetto Maria Rita Leonardi – con la partecipazione dei vertici delle Forze dell’Ordine e del rappresentante per la regione Sicilia dell’Associazione Bancaria Italiana – il Comitato di coordinamento per prevenire le truffe, in particolare di natura finanziaria agli anziani e alle persone dotate di bassa educazione finanziaria, secondo quanto previsto dal protocollo d'intesa sottoscritto nello scorso mese di maggio dal Ministro dell'Interno e dal Presidente Nazionale dell’ABI.
Il Prefetto, introducendo i lavori,  ha illustrato l’obiettivo del predetto gruppo di lavoro che sarà quello di fornire una facile, accessibile e sempre aggiornata “guida” alle persone meno esperte in materia finanziaria con consigli, precauzioni, suggerimenti, anche con l’elaborazione e distribuzione di appositi vademecum che riporteranno, fra l’altro, contatti utili in caso di necessità. Il Comitato, inoltre, provvederà a monitorare il fenomeno, che per sua natura è molto diversificato nelle sue manifestazioni nei vari ambiti territoriali, come confermato dal rappresentante dell’ABI e, conseguentemente, all’attivazione di mirate coordinate azioni  atte a prevenire i principali fattori di rischio del fenomeno. Il Prefetto ha ricordato che secondo le previsioni del predetto protocollo - con riferimento alle questioni che verranno trattate nelle singole riunioni - il Comitato potrà essere integrato con altri rappresentanti istituzionali competenti in materia. 


 Dr. Filippo Fiammetta