venerdì 25 marzo 2016

L’ossitocina nelle alterazioni neurobiologiche dell’autismo





Questo ormone svolge un’importante funzione nella fase di sviluppo neuronale post-natale, influenzando l’attività del neurotrasmettitore Gaba, la cui alterazione è legata a molte malattie del neurosviluppo con sintomatologia autistica. A rivelarlo uno studio svolto da Istituto di neuroscienze del Cnr, Università di Milano e Istituto clinico Humanitas, finanziato da Telethon. La ricerca è stata pubblicata su Cell Reports

Durante le prime fasi di vita post-natale avvengono processi di maturazione fondamentali per lo sviluppo del sistema nervoso, che sono il frutto di un bilanciato rapporto tra inibizione ed eccitazione nei circuiti neuronali. Il neurotrasmettitore Gaba in questa fase svolge un ruolo essenziale: all’inizio ha attività eccitatoria, mentre più tardi rende i neuroni meno eccitabili. Il verificarsi di alterazioni durante questo processo, che avviene in concomitanza con la nascita e viene chiamato Gaba switch, determina conseguenze importanti nello sviluppo dei circuiti neuronali e sembra essere alla base di alcuni disturbi del neurosviluppo, tra cui l'autismo. Uno studio, coordinato da Bice Chini dell’Istituto di neuroscienze del Consiglio nazionale delle ricerche (In-Cnr), condotto in collaborazione con Università di Milano e Istituto clinico Humanitas, ha identificato il modo in cui l'ossitocina, modulando l'espressione e la funzionalità del trasportatore del cloro Kcc2, modula la tempistica dello switch del Gaba.
“In laboratorio si è osservato che, in modelli animali sperimentali incapaci di rispondere all'ossitocina perché privi del recettore per questo ormone, si verifica un deficit nell'espressione di Kcc2, proteina coinvolta nel trasporto del cloro, e di conseguenza si ha un rallentamento nello switch del Gaba, che rimane eccitatorio per un periodo di tempo più lungo del dovuto. Questa anomalia, a sua volta, determina un’alterazione dell'equilibrio tra eccitazione e inibizione, che è probabilmente tra le cause della sintomatologia simil-autistica osservata negli animali, i quali presentano un difetto di socialità e rigidità cognitiva. L’eccesso di eccitazione può spiegare, inoltre, la comparsa di fenomeni convulsivi ed epilettici”, spiega Chini.
Dal momento che il difetto di eccitazione-inibizione è comune a molti modelli di autismo, l'ossitocina potrebbe rivelarsi utile a livello terapeutico per compensare queste irregolarità, soprattutto nelle sindromi genetiche, diagnosticabili in età molto precoce. “Colleghi francesi dell'Inmed, a Marsiglia, hanno già sperimentato con successo la somministrazione di ossitocina alla nascita in diversi modelli sperimentali di autismo, ma ancora erano poco compresi i meccanismi neurobiologici dell'azione di questo ormone nelle prime fasi dello sviluppo post-natale. L'ossitocina, ben nota per il ruolo che svolge nella mamma durante il parto favorendo le contrazione dell’utero e, in seguito, stimolando la produzione del latte durante l’allattamento, ha un'azione cruciale anche nel neonato per lo sviluppo del sistema nervoso”, conclude la ricercatrice dell’In-Cnr. “La ricerca di base, e in particolare l'identificazione dei meccanismi alla base dell'azione di ormoni e neuropeptidi, continua a offrire un formidabile contributo per sviluppare linee di ricerca che speriamo possano avere un’applicazione clinica. Non a caso la nostra ricerca è stata sostenuta e finanziata dalla Fondazione Telethon proprio per lo sviluppo di nuovi approcci terapeutici in disordini del neurosviluppo su base genetica”.

Firma contratto

NELLA GIORNATA DI IERI, 24 MARZO 2016, E’ STATO SOTTOSCRITTO IL PRIMO PRELIMINARE DI VENDITA DEI LOTTI DELL’AREA ARTIGIANALE DI C/DA BELLIA DEL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA.

LA DITTA ARMERINA “SICILPINOLI” DI GIUSEPPE GARRETTA E FIGLI, AZIENDA LEADER NELLA LAVORAZIONE DEI PINOLI IN ITALIA, FIORE ALL’OCCHIELLO DELL’ECONOMIA LOCALE, HA FORMALIZZATO L’ACQUISTO DEL LOTTO N. 10A, IL PIU’ GRANDE DELL’INTERA AREA, MEDIANTE VERSAMENTO DI € 17.000, 00 CIRCA, QUALE CAPARRA CONFIRMATORIA DELL’ACQUISTO.
LA DITTA POTRA’ REALIZZARE IN TALE LOTTO UN CAPANNONE DI QUASI 1.000 MQ, DA DESTINARE ALLA LAVORAZIONE E TRASFORMAZIONE DEL PRODOTTO AGRO-ALIMENTARE, PER LA DISTRIBUZIONE DEI PINOLI IN TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE ED ESTERO.

FINALMENTE, DOPO ANNI DI TRAVAGLIATE VICENDE AMMINISTRATIVE, QUESTA AMMINISTRAZIONE HA RAGGIUNTO UN COSI’ AMBIZIOSO OBIETTIVO CHE SEMBRAVA ESSERSI IMPANTANATO NELL’ANNO 2012.
IL SINDACO RINGRAZIA LA DITTA “SICILPINOLI” CHE, PER PRIMA, HA RITENUTO VALIDA LA PROGETTUALITA’ DELL’AREA ARTIGIANALE, INVESTENDOVI RISORSE UMANE ED ECONOMICHE.
UN GRAZIE PARTICOLARE VA AGLI ASSESSORI CHE HANNO COLLABORATO PER L’ACCELERAZIONE DELL’ITER AMMINISTRATIVO FINALIZZATO ALLA CESSIONE DEI LOTTI, NONCHE’ AI FUNZIONARI DEL SETTORE ATTIVITA’ PRODUTTIVE (SUAP) E DEL SETTORE LAVORI PUBBLICI E URBANISTICA.

UN AUGURIO SINCERO AL SIG. GARRETTA GIUSEPPE PER LA REALIZZAZIONE DELL’INIZIATIVA.

C.A.S.A. 30° di Fondazione 1986 - 2016



C.A.S.A. Centro Armerino Studi Amministrativi - costituito con pubblico atto notarile a Piazza Armerina registrato a Enna il 2 gennaio 1986
“ cultura, musica & turismo”
------------------------------------------------------------------------------  
 Sin dalla costituzione:
- Paolo Orlando, Presidente

- Ettore Paternicò, segretario 

- il compianto Giosuè Marino, vice presidente

                                   Varie Iniziative

1 *  Vari Congressi dell’Associazione

2 *  Convegni di edilizia ed urbanistica problematiche sul condono regionale e nazionale, piano regolatore, informatiche generali.

3 *  Premio professionale “Ignazio Giordano maestro di vita” 2 edizioni provinciale e regionale con premiazione di professionisti tecnici e la presenza di autorevoli personaggi di grande rilievo.

4 *  Premio bontà per tutte le scuole della provincia

5 *  Interventi per il territorio e l’ambiente

6 * Interventi per salvare i capannoni ex Itis con la proposta di realizzare una galleria coperta al servizio della comunità

7 *  Borse di studio intitolate a tre giovani deceduti prematuramente con un incidente “Claudio, Edmondo, Filippo … Gli anni più belli”

 

8  * Viaggi di cultura e turismo varie località Italiane: Roma, Campania, Umbria, Puglia, Calabria, Sicilia, Lourdes. Escursioni alla Base della Marina Italiana a Taranto ed Augusta, Base NAS Sigonella, Base Aeronautica Italiana a Gioia del Colle. Tanti interessanti itinerari alla scoperta dei luoghi più suggestivi e poco conosciuti; Castelli, Dimore Nobiliari, Palazzi Reali, Parchi, Villaggi ricreativi, Zoo, Santuari.

9 * Conviviali di Auguri per il Natale e la Pasqua in varie caratteristiche località dell’Isola

10 * INCONTRO SIMPATIA “siamo arrivati alla 28° edizione” proprio in quest’ultima, sottolinea Paolo Orlando, prevista in Calabria da 16 al 23 luglio 2016 sarà l’occasione per organizzare i festeggiamenti del 30° della Fondazione C.A.S.A. (… Portate i Vostri Amici, diventeranno i Nostri Amici … Gli Amici di Tutti … Chi ci vuol bene ci segua)

11 * Concerti orchestrali e Bandistici per raccolta da destinare ad alcune famiglie bisognose

12 * Realizzazione del Monumento dedicato a Padre Pio posto all’ingresso nord della città

13 * Mostra “I presepi nel Mondo” centinaia di interessanti pezzi

14 * Viaggi della fede nei luoghi del Frate Santo ed altri devoti luoghi

15 * Costituzione del gruppo “amici di padre pio” regolarmente iscritto ed autorizzato dal Centro Gruppi di San Giovanni Rotondo, in contemporanea gruppo dei Giovani.

16 * Peregrinatio Mariae, Straordinario Evento annuale  Accoglienza della statua della Madonna di Fatima presso la cripta-cappella, intitolata a Giovanni Paolo II, del Monumento dedicato a Padre Pio.

17 * Festeggiamenti liturgici (23 settembre ogni anno) per ricorrenza San Pio da Pietrelcina

  
18 *  Il C.A.S.A. ha realizzato alcuni libri ricevendo peraltro  a sostegno il patrocinio:  Padre Pio (Rotary Club Piazza Armerina) – Giuseppe Verdi (Rotary Club Parma) – Giacomo Puccini (Rotary Club Lucca) – Antonino Cascino (Rotary Club Piazza Armerina) – Orlando i Musicisti (Archivio Storico Tito Belati).

19 * Fiaccolata Mariana Padre Pio, annuale, siamo alla 18° edizione, in occasione dei festeggiamenti di Maria SS. Delle Vittorie, patrona della città dei Mosaici “dal monumento alla Cattedrale”.

20 * Prossimamente in occasione del CENTENARIO DELLA GRANDE GUERRA sarà organizzata una manifestazione: 

9 e 10 aprile 2016 con mostra sulla prima guerra mondiale al circolo di cultura e poi nei locali dell’Hotel Villa Romana presentazione del libro dedicato al Gen. Cascino eroe della Prima Guerra Mondiale e Medaglia d’Oro, con la partecipazione di numerose Autorità civili, religiose e soprattutto Militari. 

 Paolo Orlando

LA SFIDUCIA A MIRODDI NON PASSA



Si è svolto ieri sera il Consiglio Comunale che aveva all’ordine del Giorno la sfiducia al Sindaco F. Miroddi firmata da 11 consiglieri su 20.
In apertura di seduta dopo alcune schermaglie verbali su chi dovesse dare lettura della mozione di sfiducia, questa veniva letta come da regolamento dal Presidente del Consiglio Comunale La Mattina.
In essa venivano imputate all’Amministrazione Miroddi inefficienze in tutti i settori, sviluppo economico, turismo, urbanistica e decoro urbano, impegno sociale, sanità, burocrazia comunale, problematica acqua e rifiuti, trasparenza, insomma di tutto e di più.
A tali accuse, Miroddi ha risposto con una relazione di ben 34 pagine e durata circa un ora, controbattendo punto per punto tutte le inefficienze che  venivano imputate a lui ed   alla Sua Amministrazione,  elencando decine e decine di progetti attuati o in via di attuazione.
 Con un atto di autoaccusa ha inoltre precisato di riconoscere di aver sbagliato  dando fiducia in passato a persone più che aiutarlo gli remavano contro e che una volta estromesse dalla sua Amministrazione ora siedono nei banchi dell’opposizione sperando di mandarlo a casa.
Si è poi passati alle singole dichiarazioni dei consiglieri firmatari della sfiducia i quali hanno ribadito le inefficienze della Giunta Miroddi invitandolo a dimettersi per il bene della Città.
Più incisive e dettagliate quelle dei consiglieri Cimino e Ribilotta.
Non sono mancati momenti di tensione ed anche di ilarità ed un finale a sorpresa, in quanto per il protrarsi della seduta altre i termini prevedibili, il Sindaco per impegni improrogabili di lavoro( Unico medico  nel suo servizio) doveva andar via e  quindi

non aveva senso continuare la seduta in sua assenza, ragion per cui i Consiglieri a lui favorevoli con grande dispiacere hanno rinunciato ai loro interventi depositando agli atti le loro dichiarazioni.
Si è quindi passati alle votazioni per appello nominale e con 11 favorevoli e 9 contrari la mozione di sfiducia, la normativa vigente ne prevede 14, è stata respinta.
Pertanto Miroddi resta e resterà Sindaco di Piazza Armerina fino al 2018, cioè fino alla naturale scadenza del suo mandato, e come comunicatoci stamattina forte di questa vittoria si impegnerà ancor di più a lavorare, assieme alla sua Giunta, per il Benessere della Città.

                                                                               Totò Conti