venerdì 5 agosto 2016

PIAZZA ARMERINA CANDIDATA A CAPITALE DELLA CULTURA 2018



A dispetto dei gufi che da qualche tempo hanno nidificato in Città, Piazza Armerina e Palermo sono le uniche due Città siciliane che concorreranno per l’assegnazione del titolo “Capitale della Cultura per il 2018”.
L’elenco delle 21 Città italiane medie e piccole che concorreranno è stato ufficializzato e trasmesso ieri al Presidente della Conferenza Unica dal Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschin per avviare la procedura di valutazione che si concluderà entro il 31 Gennaio 2017.
Come per la precedente edizione il Governo assegnerà alla Città vincitrice un milione di euro per la realizzazione del progetto presentato .
La giuria che valuterà i progetti sarà formata da esperti di fama nazionale ed internazionale  nei settori della cultura, delle arti e valutazione del territorio turistico.
Entro la metà Novembre si procederà ad una prima selezione che permetterà solo a dieci Città di accedere alla fase finale, entro il 31 Gennaio tra queste verrà proclamata la vincitrice.
Piazza Armerina afferma il Sindaco Miroddi, Vice Presidente Nazionale dell’U.N.E.S.C.O e C.U.N.E.S nonché componente del Consiglio Nazionale A.N.C.S.A.” ha tutti i requisiti per partecipare e vincere , Piazza Armerina a parte la Villa Romana del Casale, trasuda in ogni suo angolo storia, arte e cultura ragion per cui con un progetto ben strutturato ha tutte le credenziali per ambire a questo titolo”.
Non dimentichiamo che già l’Imperatore Carlo V° la aveva insignita del titolo di Città al pari di Catania Messina e Palermo per la sua bellezza architettonica e per gli innumerevoli ordini religiosi che sono stati fonte di grande cultura universitaria ed artistica.


                                                                        Totò Conti