domenica 17 luglio 2016

"Omaggio a Tiziano. Capolavori a confronto"




INAUGURATA LA MOSTRA DEDICATA AL VECELLIO

In esposizione alla Torre Capitania di via Conte Ruggero fino al 15 ottobre prossimo, dal martedì alla domenica, dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle 17.20



Troina, “L’arte è un valido strumento di promozione umana e dei valori”.

Con questa affermazione, cui ha fatto seguito un minuto di silenzio in memoria delle vittime delle stragi di Dacca e di Nizza dei giorni scorsi, accompagnato da un lungo e caloroso applauso, il sindaco Fabio Venezia ha esordito davanti a una gremita “Sala Miani”, all’incontro di presentazione che ha preceduto l’inaugurazione della mostra “Omaggio a Tiziano. Capolavori a confronto”, in esposizione alla Torre Capitania fino al 15 ottobre prossimo.

L’evento - organizzato dal Comune con il patrocinio dell’Azienda Speciale Silvo Pastorale, dell’Assemblea Regione Siciliana, dell’Assessorato Regionale al Turismo e di quello ai Beni Culturali e con gli sponsor della Banca di Credito Cooperativo La Riscossa di Regalbuto, Siciliacque, Snam Rete Gas ed E-laborando srl – vede l’esposizione al pubblico di cinque celebri dipinti: il “Ritratto di Paolo III col camauro”, del 1543, e il “Ritratto di Dama”, della metà del Cinquecento, di Tiziano Vecellio; la “Madonna delle rose in trono”, della seconda metà del Cinquecento, dei fratelli ticinesi Aurelio e Giovanni Pietro Luini; il “Ritratto d’uomo, ufficiale ignoto”, del 1626, del pittore fiammingo Jan Anthonisz van Ravesteyn; l’ “Ecce Homo”, del primo quarto del Cinquecento, degli eredi della Bottega di Antonello da Messina.

“Non posso nascondere l’emozione per questo straordinario evento che sta ospitando la nostra città – ha dichiarato il primo cittadino - , che è insolito e eccezionale anche per l’intera Sicilia, dove per la prima volta verranno esposte le opere di Tiziano. Una mostra di simile portata, sebbene si inserisca nel piano di rilancio del nostro territorio, è stata resa possibile solo grazie all’apporto genuino e generoso di persone disponibili che voglio ringraziare a nome dell’intera comunità troinese e di tutti quanti credono che l’arte e la cultura siano strumento e volano di crescita e di promozione”.

Un lungo percorso quello della mostra curata dallo storico dell’arte Paolo Giansiracusa, che ruota attorno al celebre ritratto del Papa Farnese, realizzato per la prima volta dal Vecellio, che ha preso avvio l’estate scorsa grazie al prestito dell’opera da parte dell’avvocato Ugo Miano, concretizzatosi poi nel corso dei mesi grazie a un team di studiosi.

Presenti all’incontro anche l’esperto d’arte della “AION Private Art Service” di Ascona (Svizzera) Claudio Metger, il cui contributo è stato prezioso per portare al pubblico e agli studiosi l’arte dei collezionisti privati, incrementandone gli studi e creando sinergia tra pubblico e privato, e la professoressa Carmen Salvo, ordinario di storia moderna all’Università degli studi di Catania, nonché esperta di storia del ‘500, con particolare riferimento ai temi della riforma e della controriforma, del cui protagonista principale, Papa Paolo III Farnese, il cui ritratto è l’opera di punta dell’intera esposizione, ha tracciato un profilo per contestualizzarne figura e contesto storico.

“Il filo conduttore di tutte queste opere  – ha spiegato il professor Paolo Giansiracusa - , che documentiamo in questa mostra e di cui Tiziano è il più grande esponente, è il realismo dei ritratti. Il messaggio che lancia questa esposizione, cui affiancheremo una serie di eventi conoscitivi, è quello della bellezza, dell’armonia e dell’equilibrio che fanno riflettere sul tempo. L’arte genera arte. A Troina bisogna creare eccellenze e punti fermi e, sono certo, che la presenza di Tiziano diventi un elemento di attrazione magnetica che possa valorizzare il territorio e incrementare il turismo, perché l’arte e la cultura creano occupazione e sviluppo. E solo attraverso queste eccellenze si può destare interesse e piantare un germe che indubbiamente si rivelerà utile”.

Prima dell’inaugurazione, cui non ha potuto partecipare per impegni istituzionali, è giunto in visita anche l’Assessore Regionale al Turismo Anthony Barbagallo, che ha commentato: “In Sicilia c’è una classe dirigente che investe sul turismo e i beni culturali e iniziative come quelle di oggi sono eccellenze che il Governo Regionale sosterrà, accompagnandone il percorso promozionale e pubblicitario. Onore e merito all’amministrazione di Troina”.

A conclusione dell’incontro, è stato tagliato il nastro inaugurale e aperta la mostra ai visitatori.


Doriana Graziano