venerdì 10 giugno 2016

Giarre. L’Ospedale non chiude




Giammanco: «L’Ospedale di Giarre non verrà chiuso. L’Asp di Catania non perde nessun posto letto. La Spdc (Servizio psichiatrico diagnosi e cura) di Giarre non va all’A.O. “Cannizzaro”. Le notizie diffuse oggi attraverso organi di stampa generano un immotivato allarmismo fra la popolazione».


GIARRE - «L’Ospedale di Giarre non verrà chiuso. L’Asp di Catania non perde nessun posto letto. La Spdc (Servizio psichiatrico diagnosi e cura) di Giarre non va all’A.O. “Cannizzaro”, dove, peraltro, è già operativa una Spdc. Le notizie diffuse oggi attraverso organi di stampa generano un immotivato allarmismo fra la popolazione, tanto più che questi temi sono stati oggetto di una riunione alla Regione nel corso della quale è stata ribadita la necessità di programmare interventi e azioni in un quadro che valorizzi il profilo giuridico degli Ospedali riuniti di Acireale e Giarre e promuova ogni utile sinergia in termini di risorse e competenze fra i due Ospedali».

Lo afferma il dr. Giuseppe Giammanco, direttore generale dell’Asp di Catania, commentando notizie, del tutto prive di fondamento, sulla chiusura del “San Giovanni di Dio e Sant’Isidoro”.

Sulla questione interviene l’assessore regionale alla Salute, on. Baldo Gucciardi.

«L’Ospedale di Giarre non chiude - dichiara -. Non esistono rischi di chiusura di nessuna struttura della Regione siciliana. Esiste invece, per tutte le strutture, un’attenta valutazione del loro inserimento in un “sistema sanitario funzionale” e rispondente ai modelli nazionali».



Massimo Cappellano