mercoledì 15 giugno 2016

Distretto di Palagonia. Sottoscritto un protocollo d’intesa con i sindaci per il decentramento dei servizi di anagrafe assistiti



Giammanco: «Con questo protocollo d’intesa intendiamo valorizzare appieno il principio di cooperazione applicativa fra Amministrazioni e offrire ai cittadini servizi semplici, agili e prossimi ai luoghi di residenza».

CATANIA – Questa mattina, presso la Direzione generale dell’Asp di Catania, il manager dell’azienda catanese, dr. Giuseppe Giammanco, e i sindaci di Palagonia (Valerio Marletta), Castel di Iudica (Giuseppe Grasso), Militello V.C. (Giuseppe Fucile), Ramacca (Giuseppe Limoli) e Raddusa (Cosimo Marotta), hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per il decentramento dell’attività amministrativa di gestione dell’anagrafe assistiti nei Comuni del Distretto sanitario di Palagonia.
Presenti, oltre al direttore generale dell’Asp di Catania e i sindaci, il direttore amministrativo dell’azienda sanitaria, dott.ssa Daniela Faraoni; il direttore del Distretto sanitario di Palagonia, dott.ssa Renata Governali; Mariella Turrisi, assessore alla sanità del Comune di Castel di Iudica; la dr.ssa Angela Fiumara, direttore dell’UO Assistenza sanitaria di base del Distretto sanitario di Palagonia; il dott. Santo Messina, dirigente responsabile dell’UO Affari generali dell’Asp di Catania.
«Con questo protocollo d’intesa - afferma il dr. Giammanco - intendiamo valorizzare appieno il principio di cooperazione applicativa fra Amministrazioni, introdotto di recente dalla normativa nazionale, per snellire le procedure e offrire ai cittadini servizi semplici, agili e prossimi ai luoghi di residenza».
Grazie al protocollo siglato, cha ha durata fino al 31.12.2018, i cittadini potranno accedere ad una serie di servizi dell’Asp di Catania direttamente dagli uffici del proprio Comune di residenza, con personale e risorse tecnico-logistiche individuate dai Comuni, senza la necessità di recarsi presso gli uffici del Distretto sanitario.
Sarà possibile, nello specifico, eseguire le seguenti operazioni di gestione dell’anagrafe sanitaria:
a) iscrizione e cancellazione al S.S.N., scelta/revoca/cambio del medico di medicina generale e pediatra di libera scelta;
b) richiesta ed emissione del libretto sanitario;
c) operazione di verifica per l’emissione della tessera sanitaria;
d) esenzione da reddito.
In attuazione del protocollo, l’Asp di Catania aggiornerà il personale comunale dedicato in ordine alla normativa, lo addestrerà per il corretto utilizzo del software applicativo e fornirà assistenza continua per la corretta applicazione delle procedure. 



Massimo Cappellano