giovedì 17 marzo 2016

Sì del ministero alla rideterminazione della dotazione organica del Comune



COMUNE DI CALTAGIRONE


Corretta la procedura adottata dal Comune: ok della commissione finanziaria degli enti locali alla rideterminazione della dotazione organica

La commissione per la stabilità finanziaria degli enti locali istituita al ministero dell’Interno ha approvato la delibera n. 72 adottata il 29 ottobre 2015 dal commissario straordinario del Comune di Caltagirone, Mario La Rocca, che aveva rideterminato la dotazione organica del Comune nel modo seguente: 287 posti a tempo pieno (5 dirigenti, 17 D3, 23 D, 89 C, 8 B3, 65 B e 80 A). La commissione ha altresì raccomandato all’Ente “di valutare la compatibilità della dotazione organica approvata con il futuro nuovo bilancio stabilmente riequilibrato e di valutare anche la compatibilità finanziaria dei nuovi posti istituiti e la loro effettiva necessità”.
“Il sì della commissione – commentano i vertici di Palazzo dell’Aquila – è il riconoscimento della correttezza della procedura da noi seguita”.
L’ok alla rideterminazione della dotazione organica da parte dell’organismo istituito presso il ministero dell’Interno si aggiunge alla recente decisione del giudice del lavoro del Tribunale di Caltagirone, che ha rigettato l’istanza cautelare presentata da un dipendente comunale contro gli atti del Comune di Caltagirone per il prepensionamento di 39 impiegati delle fasce B, C e D, fissando a un’udienza successiva la trattazione nel merito della causa.
Nell’ordinanza di rigetto il giudice ha definito “corretta” la procedura adottata dal Comune.