mercoledì 3 febbraio 2016

Si inaugura la scuola a "consumo zero", fra le otto in Italia



 COMUNE DI CALTAGIRONE



L'istituto “Piero Gobetti” prima scuola a “consumo zero” del territorio,fra le due in Sicilia e le otto in Italia: venerdì 12 febbraio l’inaugurazione dell’impianto geotermico e fotovoltaico realizzato dal Comune


L'Istituto comprensivo “Piero Gobetti” di Caltagirone è la prima scuola a “consumo zero” del territorio e non solo, grazie alla diversificazione delle fonti energetiche e a lavori qualificanti e innovativi, nel segno dello sviluppo sostenibile e del risparmio energetico.

Sarà infatti inaugurato venerdì 12 febbraio, alle 10, l’impianto geotermico e fotovoltaico realizzato nel plesso centrale dell’istituto dal Comune di Caltagirone con il Programma operativo interregionale “Energie rinnovabili e risparmio energetico” ((importo complessivo 1.339.550,26 euro). L’impianto geotermico, con cappotto termico, illuminazione intelligente e a basso consumo, è uno degli otto avviati sperimentalmente dal ministero dell’Ambiente in Italia e uno dei due presenti in Sicilia (l’alto si trova a Siracusa). L’impianto fotovoltaico, da 60 Kwatt, contribuisce a rendere energeticamente indipendente la scuola.

Per l’occasione, nell’aula conferenze “Peppino Impastato” dell’istituto, in via Piersanti Mattarella, si terrà un seminario di studio sul tema: “Ecosostenibilità, fonti rinnovabili e risparmio energetico, per un modello di scuola a impatto zero”.

Il progetto  del Comune di Caltagirone, alla fine del 2011, aveva brillantemente superato ogni selezione. A gennaio 2013 il Governo regionale, dopo averne valutato l'efficacia, aveva definitivamente dato il via libera agli interventi, che si sono concretati: nel miglioramento delle caratteristiche di isolamento termico di pareti e coperture mediante un cappotto termico; nell'installazione di pannelli radianti a soffitto; nella realizzazione di un nuovo impianto di produzione caldo/freddo e acqua calda sanitaria, con pompe di calore terreno-acqua e sonde geotermiche; nella realizzazione di un nuovo sistema di regolazione per il controllo della temperatura in ogni singolo ambiente; nella sostituzione dei corpi illuminanti esistenti con degli apparecchi a maggiore efficienza energetica; nella realizzazione di un impianto di illuminazione con controllo e monitoraggio dei punti luce mediante un sistema centralizzato gestibile da Pc; nella collocazione di corpi illuminanti con reattori elettronici che riducono progressivamente la luminosità; nell’installazione di un sistema di comando dei corpi illuminanti e di acquisizione del livello di luminosità attraverso rivelatori Ir a doppia tecnologia; nell'installazione di pali a Led per l'illuminazione esterna.