venerdì 1 gennaio 2016

Gruppo Consiliare Piazza Armerina


                                                                             COMUNICATO STAMPA

In riferimento alle dichiarazioni apparse sugli organi di comunicazione, da parte del Sindaco
Miroddi “ Mi sono iscritto al Partito Democratico” si precisa quanto segue:
Fino all'Ottobre 2015, data in cui è stato sospeso il tesseramento a seguito del commissariamento
del Pd provinciale e comunale, non è pervenuta al Circolo di Piazza Armerina alcuna richiesta di
tessera del Partito Democratico da parte di Miroddi o di personale a lui vicine .
Abbiamo appreso con grave preoccupazione di tale presunta scelta operata dal primo cittadino che
forse cerca coperture politiche per il disastro operato in appena due anni e mezzo dal suo
insediamento, con una gestione scellerata dal punto di vista amministrativo, sul quale il giudizio del
Partito Democratico di Piazza Armerina è e resta di totale condanna.
Per questo, sentiamo il dovere di dire la nostra a difesa del Partito e degli iscritti che hanno
condiviso e sostenuto un percorso coerente di opposizione.
Non ci risulta alcuna interlocuzione dei vertici regionali del PD con il gruppo dirigente locale e con
gli eletti nelle liste del Partito e pertanto, ricordando che ogni nuova tessera deve comunque essere
accettata dal circolo di Piazza Armerina, solleciteremo un incontro per chiarimenti al commissario
provinciale On. Ernesto Carbone, che potrà sicuramente chiarire cosa accade in questo momento
politico particolare.
La nostra posizione è che raccattare a destra e a manca presunti soggetti politici come mezzo per
vincere competizioni elettorali regionali e nazionali, calpestando gli iscritti che coerentemente
hanno sostenuto le battaglie politiche a tutti i livelli, è un'operazione priva di prospettiva politica,
soprattutto se coinvolge soggetti che in questi anni hanno distrutto i partiti dove hanno militato e
provano a distruggere il partito che sostiene con fermezza l'opposizione in città e in Consiglio
comunale.
Pertanto, nella qualità di consiglieri comunali eletti nella lista del Partito Democratico e facendosi
portavoce degli iscritti di Piazza Armerina, nell'esprimere la propria contrarietà politica, alla
presunta adesione del Sindaco al PD, coerentemente con quanto annunciato in occasione della
grande manifestazione popolare contro la privatizzazione della gestione cimiteriale dall'allora
segretario del Circolo locale del PD, ci faremo promotori assieme ai consiglieri che lo vorranno di
predisporre e presentare la mozione di sfiducia a questa fallimentare gestione amministrativa del Sindaco.

I consiglieri eletti nella lista del Partito Democratico
Calogero Cimino Teodoro Ribilotta