lunedì 14 dicembre 2015

CONTINUA LA TELENOVELA DEL CHIELLO




Presentato ai Sindaci  dalla Direzione Generale dell’Azienda Sanitaria di Enna il nuovo Piano Aziendale che sostanzialmente non è molto differente da quello inviato precedentemente all’Assessorato Regionale alla Sanità, Piano Aziendale che è stato bocciato dai sei Sindaci con in prima fila quello di Piazza Armerina e Leonforte, una astensione, il Sindaco di Aidone e due pareri favorevoli quelli dei Sindaci di Nicosia ed Enna ( anche se con parecchie riserve ).

Essendo il parere dei Sindaci uno atto dovuto e non obbligatorio, il Piano Aziendale verrà comunque ora inoltrato a Palermo per essere vistato dall’Assessorato Regionale alla Sanità e dalla competente Commissione dell’A.R.S.

Intanto nei giorni scorsi l’Onorevole Lantieri aveva incontrato in una riunione congiunta i vertici dell’A.S.P. di Enna assieme alla Dr.ssa Di Liberti funzionario dell’Assessorato e dal Dr. Chiaro Direttore Generale.

Da tale incontro pare che siano scaturite importanti novità per l’ospedale di Piazza Armerina anche se sarà improvabile riavere le unità complesse di Chirurgia ed Ortopedia.

In ogni caso nell’attesa delle decisioni assessoriali il Sindaco Miroddi, il Comitato Pro- Chiello, i Sindacati ed il Comitato per la Salute restano in allerta per evitare ulteriori scippi alla Sanità Armerina.

Giungono frattanto  buone notizie all’Amministrazione Miroddi dalla Corte dei Conti che ha giudicato virtuoso il Comune di Piazza Armerina con assoluta assenza di rilievi al bilancio 2014.

In precedenza all’Amministrazione Nigrelli nè erano stati fatti ben 13 di cui alcuni un po’ pesanti.



                                               TOTO’CONTI