mercoledì 7 ottobre 2015

LA CITTA’ UNITA : “GIU’ LE MANI DAL CHIELLO”




Dopo l’incontro avuto dal Comitato Pro - Chiello, nel quale è stato sostanzialmente confermato dalla Dr.ssa Fidelio Direttore Generale dell’A.S.P. di Enna  la volontà di chiusura dell’ospedale armerino con la soppressione dei reparti di Chirurgia, Ortopedia e Nefrologia (resterebbe solo il Pronto Soccorso), si annuncia una durissima battaglia che vedrà in prima fila il Sindaco Miroddi (massima autorità sanitaria cittadina), il Comitato Pro – Chiello presieduto dalla Sig.ra Rovetto (ci auguriamo anche i nostri due deputati regionali Lantieri e Venturino che ad oggi non è dato capire come intendano muoversi) e la Città tutta che si vede attuare da Enna questo ultimo scippo dopo la nostra adesione alla Città Metropolitana di Catania.

Intanto in attesa di un pubblico incontro che si terrà venerdì alle 18,00 presso il Circolo di Cultura per informare ufficialmente la Città di quanto sta accadendo, il Sindaco Miroddi oggi si è recato a Palermo dove è stato ricevuto dall’Assessore Regionale alla Sanità, On. Gucciardi, con lui erano i sindaci di Agira, Barrafranca, Leonforte e Nissoria che congiuntamente hanno firmato e presentato formale sfiducia nei confronti della Dr.ssa Fidelio.

Miroddi precisa che tale sfiducia non ha nulla di personale ma è diretta all’illogicità dell’Atto Aziendale adottato che non può assolutamente scavalcare quanto stabilito dal Decreto Assessoriale di riordino della Sanità Siciliana che assegna ufficialmente al Chiello 60 posti letto ed il mantenimento dei reparti attualmente esistenti, con la giustificazione che alla sanitò ennese sono stati assegnati 28 milioni di euro in meno.

Miroddi e gli altri Sindaci si sono recati a Palermo con la  ferma volontà di attendarsi ed incatenarsi, se necessario, in segno di protesta innanzi all’Assessorato alla Sanità, ma a quanto ci viene confermato, momentaneamente non sarà necessario in quanto dopodomani saranno nuovamente ricevuti dall’Assessore che si è dichiarato disposto ad ascoltarli e vagliare tutte le soluzioni possibili.





                                            TOTO’ CONTI