martedì 20 ottobre 2015

DECISIONE FINALE PER NISCEMI



      COMITATO PER LO SVILUPPO DELL’AREA  GELESE
                                                        UNIONE DI ASSOCIAZIONI
                                                                       CSAG

COMITATO   PROMOTORE   DELLA   PRIMA   PROPOSTA   DI   LEGGE   POPOLARE            SICILIANA E DEL SECONDO REFERENDUM CONFERMATIVO SICILIANO

                                                
COMUNICATO STAMPA

Giovedì 22 ottobre 2015 alle ore 20:00, si terrà nel Palazzo di Città di Niscemi, il Consiglio Comunale monotematico per votare la delibera di adesione alla Città Metropolitana di Catania.

Il Consiglio, già tenutosi per lo stesso argomento il 13 ottobre, rinviato su volontà della maggioranza dei consiglieri, avrà un importante compito da svolgere, convalidare un iter iniziato nel 2014, dove lo stesso Consiglio espresse la volontà di uscire dal Libero Consorzio di Caltanissetta per aderire al Libero Consorzio di Comuni di Catania. Scelta che fu convalidata attraverso un referendum confermativo, dove il 95% dei cittadini niscemesi che vi parteciparono si sono espressi per il “SI”:

Questa riconferma scaturisce da una nuova richiesta fatta dalla Regione Siciliana attraverso la LR 15/15, ai soli comuni che nel 2014 hanno celebrato il referendum, Gela, Piazza Armerina, Niscemi e Licodia Eubea, solo perché il Libero Consorzio di Catania è istituito è costituisce la Città Metropolitana. Una banale scusa, che in ogni caso già due comuni, Gela e Piazza Armerina, hanno superato, producendo la seconda delibera di adesione.

Niscemi, che territorialmente è incuneata tra il territorio di Gela e Caltagirone, con un piccolissimo tratto di confine a ovest con Mazzarino, da secoli condivide rapporti con Gela, Caltagirone e Piazza Armerina, che insieme a Niscemi sono le quattro città più popolose dell’area sud del territorio catanese, da sole inglobano 165.000 abitanti, a cui vanno aggiunti gli altri centri a sud di Catania, con cui si arriva a 270.000 abitanti.

Per Niscemi rappresenta un indubbio vantaggio l’adesione alla Città Metropolitana, dapprima per le risorse disponibili, le Città Metropolitana sono attrattori di finanziamenti europei e nazionali, inoltre la Città Metropolitana di Catania, insieme ai Liberi Consorzi di Ragusa e Siracusa, costituisce il Distretto del Sud Est, che è un altro grande attrattore di risorse, che racchiude al proprio interno la maggior parte di imprese della Sicilia. Ma c’è anche il discorso della viabilità. Niscemi si trova a ridosso della Gela-Catania, mentre per andare a Caltanissetta è una odissea. Si ritroverebbe a due passi dal porto di Gela, dall’aeroporto di Comiso (anch’essa nel Distretto del Sud Est), ad un’ora dall’aeroporto di

Catania, a pochi KM da centri turistici come Piazza Armerina e Caltagirone, con cui inevitabilmente si dovrà pensare ad un’offerta turistica di area che permetta al turista di restare nel nostro territorio alcuni giorni, potendo usufruire di patrimoni monumentali ed archeologici, riserve naturalistiche, le spiagge. Poi c’è l’agricoltura, che nel catanese vanta altre 10 prodotti con marchi DOP e IGP, a dimostrazione che in questo territorio si ha una maggiore attenzione nei confronti del mondo produttivo.

Ci sono tanti vantaggi per queste comunità. Del resto, Caltanissetta ed Enna perdono e continueranno a perdere servizi, diventando ancor meno attrattive.

Attendiamo fiduciosi giovedì, sapendo che anche Niscemi ha una grande voglia di cambiamento.

                                                                                                                       Filippo Franzone
                                                                                         Portavoce Comitato per lo Sviluppo dell’Area Gelese
                                                                                                                  Unione di Associazioni
  
                                                                                                     Presidente comitato Progetto Provincia


LE ASSOCIAZIONI:
Progetto Provincia, Libera Associazione Consumatori, Prot. Civile Giubbe d’Italia, Osservatorio Salute Ambiente-comitato famiglie malformati,  Istituto Dramma Antico Eschilo, Comitato spontaneo ex Lavoratori Clorosoda,  Associazione Artigianato del Golfo, Centro Studi Salvatore Aldisio, Associazione Giovani per la Sicilia, Archeo-Ambiente, Comitato di quartiere Giardinelli, Associazione Culturale Il Tempio di Apollo, Associazione Culturale Euclide Gelese, Confcommercio Gela, ADI Sicilia, Ordine dei Dottori Commercialisti di Gela, Comitato di quartiere Centro Storico Federiciano,  Casartigiani del Golfo di Gela, Ordine degli Avvocati di Gela, Archeo-club, Gela è Viva,  Associazione Culturale Musicale Gelese “Giuseppe Verdi”, Comitato di quartiere Manfria, Associazione Culturale Centro Musica “A. Vivaldi”, Prot. Civile “Falchi d’Italia”, Comitato di quartiere Margi-Rinascimento, Associazione Archeologica Culturale “Triskelion”, Confartigianato Gela,  Ass. C.B. Vittorio costa ONLUS, “Area Civica-Gelesi in Movimento”, Associazione Multietnica “La Polis della Cultura”, Istituto Culturale di Sicilia per la Cinematografia.

                                           Sede CSAG
Corso Vittorio Emanuele, 74 _ 93012 Gela
Contact
Franzone Filippo
Tel.      +39 0933 914540
Fax      +39 0933 914540
                                           Mobile +39 340 6444307