martedì 19 settembre 2017

Guardia medica Trecastagni. Dottoressa aggredita e violentata




Giammanco: «Atto ignobile, offensivo della dignità della persona,
perpetrato ai danni di un medico, una collega, nell’atto di compiere il proprio dovere di aiutare i cittadini».

TRECASTAGNI  «Atto ignobile, offensivo della dignità della persona, perpetrato ai danni di un medico, una collega, nell’atto di compiere il proprio dovere di aiutare i cittadini».
Lo afferma il direttore generale dell’Asp di Catania, dr. Giuseppe Giammanco, in merito all’aggressione e alla violenza subita da una dottoressa di turno presso la Guardia medica di Trecastagni.
«Esprimiamo la nostra vicinanza e la nostra solidarietà alla collega e alla famiglia - continua il dr. Giammanco -.  Le assicuriamo, da ora e in tutte le sedi, il nostro sostegno e la nostra attenzione.
Abbiamo già dato mandato al nostro legale per la costituzione di parte civile a tutela dell’Azienda e, soprattutto, dei lavoratori».
Il responsabile della violenza è stato arrestato dai Carabinieri intervenuti sul posto chiamati da cittadini. Le misure di sicurezza attive non lo hanno fatto desistere dal perseguire il suo scopo delittuoso.
«Siamo sicuri che la risposta della Giustizia sarà rapida, severa ed esemplare - conclude il direttore generale dell’Azienda sanitaria catanese -. Rivolgo un pensiero grato sia ai cittadini per il senso civico e il senso del dovere che hanno manifestato, sia ai Carabinieri intervenuti».



Massimo Cappellano


lunedì 18 settembre 2017

INAUGURATO IL MUSEO DEL PALIO








E’ stato inaugurato ieri pomeriggio alla presenza dell’Assessore Regionale allo Sport Turismo e Spettacolo Anthony Barbagallo, del Vescovo S.E. Mons. Gisana, del Sindaco Filippo Miroddi, dell’Assessore Sport Turismo e Spettacolo Carmelo Gagliano, della Presidente della Pro - Loco ( Attuale gestore del Museo) Giada Furnari e dei Presidente Nazionale e Provinciale Unpli Antonio La Spina e M. Rita Speciale, della stampa, e di un numerosissimo pubblico.
Erano inoltre presenti il Coordinatore Generale del Palio Stefano di Dio ed i Presidenti dei quattro quartieri Monte, Filippo Rausa, Castellina, Massimo di Seri , Canali, Salvatore Arena e Casalotto  Aldo Arena.
La cerimonia di inaugurazione è stata preceduta da una conferenza stampa dove è stata ribadita l’importanza della presenza di un Museo del Palio nella Città “del Palio dei Normanni” che quest’anno ha raggiunto con grande successo la sua sessantaduesima edizione.
Museo che sarà la porta di ingresso di un percorso  (S.I.M.P.A.) che permetterà a turisti e non di ammirare il Teatro Garibaldi, la Commenda, il Muso Nino Vullo, il Museo del Contadino, il Museo dei Zolfatai, la meravigliosa, isola pedonale, Via Garibaldi, il punto C.O.P.A.T. con l’esposizione dedicata ad Adelasia(Ultima Moglie di Ruggero), il Museo Diocesano, la Cattedrale, il Palazzo Trigona ed infine la Pinacoteca.
La cerimonia di inaugurazione è stata preceduta prima da un esibizione e poi dall’esecuzione dell’inno del Palio fatta dal gruppo storico di musici i “Tamburi di Plutia” di Massimo Gioia e dalla lettura di uno dei bandi del Palio fatta dal “Banditore Ufficiale” Salvatore Conti che da oltre vent’anni ricopre questo ruolo.
Successivamente si è proceduto al taglio del nastro fatto dall’Assessore Barbagallo, alla benedizione dei locali fatta da Mons. Gisana ed alla visita al museo con conclusivo brindisi augurale.
Qualcuno pur di attaccare l’Amministrazione Miroddi, qualche giorno fa, la accusata di aver ritardato di  un anno  l’inaugurazione dimenticando che i locali dove è ubicato il Museo, il cui restauro è costato centinaia di migliaia di euro( un ex deposito di noccioline), è stato individuato e scelto dalla precedente Amministrazione i cui tecnici e progettisti non avevano fatto i conti con possibili infiltrazioni provenienti dalla sovrastante Piazza Litterio Villari( ex Piano Duilio)  infiltrazioni che hanno costretto la ditta aggiudicataria a ritardare la consegna dei lavori ed a cui l’attuale Amministrazione ha dovuto ovviare.
Un luogo questo a mio avviso poco idoneo per il Museo, se si pensa che si sarebbe potuto risparmiare un mare di soldi ubicandolo in una sede già restaurata e più idonea storicamente e geograficamente come la “ Torre del Padre Santo”.
Il ritardo quindi è solo frutto non di cattiva amministrazione, come si vorrebbe far credere,  ma a fattori imprevedibili, umidità e malintesi burocratici  per fortuna chiariti in tempi brevi ma che  ovviamente hanno influito nel ritardare l’inaugurazione.
                                               

 Totò Conti


sabato 16 settembre 2017

DUE NUOVI PROGETTI PER LAVORATORI SOCIALMENTE UTILI E GIOVANI DISOCCUPATI





Il Sindaco Filippo Miroddi ci comunica che è stato  dato l’avvio ad un progetto lavorativo per 25  lavoratori socialmente utili disoccupati che rientravano nel regolamento del Comune dei Servizi Sociali  utilizzando il fondo di Solidarietà Sociale istituito  con somme devolute  dalla proprie indennità dagli Amministratori Comunali, progetto questo già adottato con atto deliberativo.
Un secondo progetto detto “Di Ristoro”, con ulteriore atto deliberativo, a breve sarà adottato con una somma di circa novanta mila euro   che il Ministero dell’Interno ha inviato a titolo di rimborso a tutti i comuni che hanno dato ospitalità agli immigrati, questa somma servirà per dare lavoro a giovani piazzesi  e  smorzare quei toni di xenofobia, per fatti recentemente accaduti, che qualcuno vorrebbe utilizzare come cavallo di battaglia per le prossime elezioni  influenzando l’opinione pubblica.

                                         Totò Conti

CONSEGNATA LA MEDAGLIA MAURIZIANA AL BRIGADIERE MATTIA FILIPPO




Al Brigadiere Capo in quiescenza Mattia Filippo,  in forza al l Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Piazza Armerina, fino al 31 dicembre 2015, è stata concessa la Medaglia Mauriziana al merito di dieci lustri di carriera militare, designata con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Ministro della Difesa.
Il Brigadiere  capo in quiescenza, sposato e padre di due figlie, è stato arruolato nell’Arma nel 1981 e ha frequentato la Scuola Sottufficiali dei Carabinieri in Vicenza. Dopo sette anni alla Legione CC di Torino e Terni,  ha ricoperto vari incarichi, “Capo Equipaggio” presso i Nuclei Radiomobili dei Comandi Provinciali di Caltanissetta -  Enna – Caltagirone  e Piazza Armerina, nel 2006 ha partecipato ad una missione di pace in Bosnia Erzegovina, dove ha dato lustro  all’Arma dei  Carabinieri e all’ Italia. Già in precedenza era stato insignito delle seguenti onorificenze:, Medaglia D’oro al merito di lungo Comando e Croce d’Oro per anzianità di servizio militare, nonché Medaglia di pace e missione IPU.
L’importante riconoscimento, che rientra tra quelli massimi concesse ai militari, viene attribuito per il lungo e meritevole servizio nell’Arma dei Carabinieri, cui il Brigadiere si è distinto: la medaglia Mauriziana venne istituita infatti con le Regie Magistrali Patenti il 19 luglio 1839, con il nome di medaglia Mauriziana al merito militare di 10 lustri.
Tutti i colleghi e l’Amministrazione  Comunale, nell’esprimere i propri auguri al Brigadiere Filippo Mattia sottolineano che: “Il prestigioso riconoscimento, oltre che premiare la carriera del militare, è motivo di orgoglio e di prestigio per l’intera comunità dei mosaici.

                                                 Totò Conti

CONSEGNATE LE PAGELLE D’ORO




Ieri nella Sala delle luci  il Sindaco Filippo Miroddi e l’Assessore alla Pubblica Istruzione Rita Marotta, alla presenza della stampa, dei Dirigenti Scolastici dei vari comprensori armerini  e di genitori e parenti, hanno consegnato le pagelle d’oro a sei alunni delle terze medie particolarmente meritevoli.
L’assessore R. Marotta ha fatto presente che questa iniziativa è stata una delle primissime idee che ha avute dal momento in cui è stata nominata Assessore alla Pubblica istruzione e che la maggiore difficoltà incontrata  è stata quella di reperire le somme per poterla attuare e dare a sei alunni, segnalati dai vari istituti armerini  particolarmente meritevoli,  la pagella d’oro ed un assegno di 250 euro per l’acquisto di libri e materiale scolastico”.
Questo premio, dice l’Assessore R. Marotta vuol essere un riconoscimento che questa Amministrazione  vuol dare alle nuove generazioni, a chi si impegna non solo nello studio ma anche civilmente e socialmente, una scommessa per il domani, un premio di benemerenza per chi lo merita, pertanto  non ci fermati qui, non abbiamo dimenticato le famiglie più povere e bisognose, per esse infatti abbiamo predisposto dei vaucer di 50 e 30 euro che verranno assegnati in base al modello I.S.E.E. dalle stesse presentato per l’acquisto di libri e materiale scolastico”.
Il Sindaco F. Miroddi, nel definire ottima  l’iniziativa attuata dall’ Assessore Marotta, ha aggiunto che questa vuol essere non solo un segnale di incentivo a ragazzi che saranno un pilastro per il futuro, i cittadini di domani, i nuovi professionisti della nostra Città, ma anche un aiuto alle famiglie meno abbienti per mantenere i figli a scuola.

                                        Totò Conti




mercoledì 13 settembre 2017

SELEZIONATI I 15 VOLONTARI PER IL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

 
Troina  Selezionati i volontari che prenderanno parte, a partire da gennaio prossimo, ai 3 progetti di Servizio Civile Nazionale, che il Comune ha redatto in collaborazione con la locale associazione culturale “Erei”.
La commissione esaminatrice, a seguito dei colloqui svoltisi sabato 2 settembre scorso nell’aula consiliare del palazzo municipale e sulla base dei criteri previsti dal sistema di reclutamento e selezione previsti dal progetto, ha stilato la graduatoria dei 15 giovani selezionati tra le 42 richieste pervenute.
Al progetto “Prevenzione e Sicurezza”, che prevede l’impiego di 5 volontari in attività di supporto alla Protezione Civile, prenderanno parte: Francesca Bentivegna; Giuseppe Monteforte; Francesco Trovato Monastra; Simone Gaetano Agliozzo; Maria Carmen Galati.
Per “Parchi e Natura”, che consentirà l’occupazione di 5 giovani in attività di valorizzazione dell’ambiente e del patrimonio naturalistico, sono stati selezionati: Sabrina Misuraca; Maria Lo Cascio; Carlo Pagana; Simone Silvestro Suraniti; Salvatore Ruberto.
A “Arte, Storia e Cultura”, il progetto riservato a 5 ragazzi che si occuperanno della valorizzazione del patrimonio artistico, culturale e museale della città, prenderanno parte: Mery Trovato Salinaro; Sabrina Stancampiano; Marika Tomasi; Giovanna Suraniti; Marco Trovato Lanazza.
“Si tratta di una nuova occasione per 15 dei nostri ragazzi – spiega l’assessore al ramo Carmela Impellizzeri - , ma anche di un trampolino di lancio che, traendo spunto dalla formazione e dell’esperienza che faranno, ci auguriamo possa proiettarli nel futuro mondo dell’occupazione. Ne sono un esempio i ragazzi della cooperativa di servizi per i beni culturali e il turismo Coolturalmente che, proprio grazie al Servizio Civile comunale, hanno dato vita a un’opportunità di lavoro per loro e a un servizio per la comunità troinese”. I 15 volontari saranno assegnati a gennaio prossimo ai rispettivi settori di competenza, per l’avvio dei 3 progetti, dopo che sarà concluso “Rischio Zero”, ancora in corso dal 2016 fino a dicembre, e che avranno sostenuto il corso di formazione previsto.

 
Doriana Graziano

PROCLAMATO IL LUTTO CITTADINO PER GIOVEDI’ 14 SETTEMBRE, GIORNO DELLE ESEQUIE DI PADRE LUIGI FERLAUTO


Troina Il Comune di Troina, in occasione delle esequie del fondatore dell’Oasi Maria Santissima padre Luigi Ferlauto, che saranno celebrate il 14 settembre prossimo, a partire dalle ore 15.30 nella Radura del Villaggio Cristo Redentore della Cittadella dell’Oasi, ha proclamato il lutto cittadino per l’intera giornata di giovedì. Disposta l’esposizione delle bandiere a mezz’asta, la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, degli uffici comunali, a eccezione dei servizi essenziali, e degli esercizi commerciali, che rimarranno chiusi durante lo svolgimento della funzione.
La decisione è stata deliberata dalla giunta, per consentire alle istituzioni civiche locali e all’intera comunità troinese, profondamente scossa dalla scomparsa del sacerdote che ha consacrato tutta la propria vita per i più deboli e i disabili, di testimoniare simbolicamente la propria vicinanza e poter porgere l’ultimo saluto alla grande figura carismatica che ha segnato la storia di Troina e non solo, dagli anni ’50 a oggi.
“L’amministrazione comunale esprime profondo cordoglio per la dipartita di padre Luigi Ferlauto – dichiara il sindaco Fabio Venezia – ed è vicina alle volontarie dell’Oasi e a quanti lo hanno affiancato nella realizzazione di quest’opera profetica. Oggi più che mai la comunità troinese deve restare unita, per portare avanti la grande missione dell’Oasi a servizio dei più deboli. Sarà il modo migliore per ricordarlo”.
 
  
Doriana Graziano

martedì 12 settembre 2017

A PRESTO L’APPROVAZIONE DEL RENDICONTO DI BILANCIO



Sicuramente uno degli atti più importanti per  lo svolgimento dell’ attività  di un Amministrazione Comunale è l’approvazione da parte del Consiglio Comunale del rendiconto di bilancio “ un atto, ci dice il Vice Sindaco Mattia, strettamente necessario per poter stabilizzare quei lavoratori che ancora non lo sono stati”
Le recenti normative, continua Mattia, “ chiariscono meglio la problematica, allargano i paletti e permettono all’Amministrazione Comunale di compiere in merito un ulteriore passo per dare tranquillità e dignità a dipendenti  precari che da diversi decenni aspettano con ansia questo momento, contatterò immediatamente i nuovi Revisori dei Conti  per avere il proprio parere  per la successiva approvazione del rendiconto in Consiglio Comunale”.
Consiglio Comunale che già è stato sensibile nell’approvazione del bilancio a destinare somme necessarie ad un aumento di ore lavorative per i lavoratori ad orario ridotto.
“La mia preoccupazione, conclude Mattia, è giustificata da recenti vicende di ritardi in atti  che riguardano il personale, ragion per cui verificherò personalmente se il lavoro dei Revisori dei Conti sia procedendo senza alcuna difficoltà, o se vi siano impedimenti che ritarderebbero l’atto, dovuti alla mancanza di documenti per la lentezza nello svolgere il proprio lavoro di qualche funzionario, ritardi assolutamente ingiustificati per una problematica che riguarda la sicurezza lavorativa di parecchi dipendenti.

                                    Totò Conti

Riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica




COMUNICATO STAMPA
   
Nella mattinata odierna, il Prefetto Maria Rita Leonardi ha presieduto il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica con i vertici delle Forze dell’Ordine e con la partecipazione del Sindaco del Comune di Piazza Armerina, al fine di esaminare le problematiche inerenti la situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica di quel territorio. 
Nel corso della riunione sono stati approfonditi, in particolare, gli aspetti inerenti i recenti episodi verificatisi in alcuni luoghi di aggregazione giovanile del centro storico e sono state individuate mirate iniziative di prevenzione, vigilanza e controllo, finalizzate ad elevare il livello di sicurezza nelle aree in questione. 
Al riguardo, è stata disposta l’intensificazione dei servizi di controllo del territorio anche con l’ausilio della Polizia Municipale del Comune, allo scopo di garantire il rispetto della legalità, nell’ottica di “una sicurezza partecipata” sul territorio. Sono state, altresì, programmate specifiche misure, da realizzarsi a cura dell’Amministrazione comunale, volte ad implementare i sistemi di video sorveglianza e a migliorare l’illuminazione pubblica nelle zone interessate.

  Dr. F. Fiammetta

ACQUA GIALLASTRA E FANGOSA: ESPOSTO DEL SINDACO ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA


Troina  Esposto del sindaco Fabio Venezia, alla Procura della Repubblica di Enna, per la continua presenza di acqua di colore giallastro, con sedimenti di natura fangosa, che da diverso tempo ormai sgorga per uso potabile dai rubinetti delle abitazioni dei cittadini troinesi. Le analisi chimiche effettuate il 23 novembre dell’anno scorso dall’Asp di Enna sulla condotta idrica che arriva in città, avevano infatti rivelato una presenza di ferro al di sopra dei limiti consentiti dalla legge.
Circostanza che aveva portato il primo cittadino, pochi giorni dopo, a chiedere alla società AcquaEnna, che gestisce il servizio idrico in tutto il territorio ennese, di conoscere quali siano state le cause a determinare la problematica e quali iniziative intendesse intraprendere per evitare che si ripetesse.
Ad oggi, nonostante le reiterate richieste di chiarimenti, nessuna risposta è infatti giunta da parte della Società, con il conseguente risultato che l’acqua continua a sgorgare giallognola, con un potenziale pericolo per la salute pubblica.
“Vogliamo che siano disposti gli opportuni accertamenti sui fatti accaduti – chiede il primo cittadino al Procuratore della Repubblica di Enna - e che, qualora venisse rilevata la sussistenza di eventuali illiceità penali, vengano individuati i possibili responsabili e si proceda nei loro confronti”.
 
 
Doriana Graziano

lunedì 11 settembre 2017

PRESENTAZIONE PROGETTO “MICROCREDITO SOCIALE”

 
Troina Sarà presentato alla cittadinanza venerdì 15 settembre prossimo, alle ore 17.30 nell’aula magna dell’IISS “Ettore Majorana”, il progetto “Microcredito Sociale”, il finanziamento agevolato per coloro che si trovano in situazioni di particolare difficoltà economica e sociale, che il Comune avvierà in collaborazione con l’Ente Nazionale per il Microcredito, la Banca di Credito Cooperativo “La Riscossa” di Regabulto e la società di consulenza “Sicilia Work Hub” di Troina, che si occupa di orientamento e assistenza alle imprese. All’incontro, in cui saranno esposte al pubblico finalità e modalità di accesso all’intervento di inclusione sociale e finanziaria, interverranno: il sindaco Fabio Venezia; il presidente dell’Ente Nazionale per il Microcredito Mario Baccini; il responsabile del settore finanziario del Comune di Troina Gabriele Caputo; il presidente della “Sicilia Work Hub” Giuseppe Trovato. A seguire, il resoconto e le testimonianze degli imprenditori che hanno già avviato la propria attività con i finanziamenti ricevuti attraverso il “Progetto Microcredito” per le piccole e medie imprese.
 
 
Doriana Graziano

venerdì 8 settembre 2017

Malattie genetiche: la speranza di cura in un enzima



Descritto per la prima volta il sistema che controlla la funzionalità delle proteine alterate in alcune patologie genetiche come fibrosi cistica o morbo di Gaucher. 
 Lo studio, condotto su piante di Arabidopsis thaliana, è stato realizzato in collaborazione con gli Istituti di scienze delle produzioni alimentari e di cristallografia del Cnr ed è pubblicato su Pnas.  
La regolazione di questi enzimi potrebbe aprire la strada a nuove terapie


Per alcune malattie genetiche come fibrosi cistica o morbo di Gaucher, la speranza potrebbe arrivare dalla regolazione dell’enzima che controlla alcune proteine alterate in queste malattie. A sostenerlo uno studio a cui hanno partecipato l’Istituto di scienze delle produzioni alimentari (Ispa) unità di Lecce e l’Istituto di cristallografia sede di Bari (Ic) del Consiglio nazionale delle ricerche. Il lavoro, pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas), è stato coordinato da Nicole Zitzmann e Pietro Roversi del Dipartimento di biochimica dell’Università di Oxford.
“Circa il 20% delle proteine presenti nelle cellule eucariotiche (caratteristiche degli organismi multicellulari) sono glicoproteine, essenziali per molti processi vitali come la risposta immunitaria, la comunicazione cellulare e il metabolismo”, spiega Angelo Santino, ricercatore Ispa-Cnr. “La funzionalità delle glicoproteine dipende da un sofisticato sistema biologico di ‘controllo qualità’ che sovrintende al corretto ripiegamento e alla corretta destinazione finale delle proteine stesse nella cellula. Con questo studio abbiamo descritto per la prima volta la struttura completa di uno dei principali componenti di questo sistema di controllo, l’enzima Udp-glucosio glucosil transferasi (Uggt). Conoscendo la struttura dell’enzima sarà possibile individuare in futuro nuove molecole in grado di modularne l’attività”.
Questa scoperta comporta l’apertura di nuovi scenari terapeutici per il trattamento di alcune malattie. “La modulazione di enzimi come Uggt potrebbe rappresentare un’opportunità di cura per molte patologie genetiche caratterizzate da mutazioni associate al malripiegamento di glicoproteine, come la fibrosi cistica o il morbo di Gaucher”, prosegue Dritan Siliqi dell’Ic-Cnr. “Non è detto che ad una glicoproteina mal ripiegata sia sempre associata una completa perdita di funzionalità e la modulazione degli enzimi del sistema di controllo potrebbe consentire alle proteine parzialmente mal ripiegate il raggiungimento della loro destinazione finale in cellula e il ripristino, almeno parziale, dell’attività biologica”.
“La ricerca è stata condotta su piante di Arabidopsis thaliana, un modello di riferimento per lo studio di processi biologici conservati anche nell’uomo”, conclude Lucia Marti dell’Ispa-Cnr. “Nel nostro laboratorio sono disponibili piante di Arabidopsis mutate che non possiedono l’enzima Uggt. Queste piante costituiscono un utile modello per saggiare l’effetto di nuove molecole a potenziale azione farmacologica prima della sperimentazione su modelli animali ben più costosi e con limitazioni etiche”. 

giovedì 7 settembre 2017

ALLA TORRE CAPITANIA LA MOSTRA DI ALBERTO BAUMANN “CULTURA E MEMORIA”

 
Troina  A sette giorni di distanza dalla chiusura della mostra “Rubens e la pittura della Controriforma”, in esposizione alla Torre Capitania di via Conte Ruggero dal 23 aprile a domenica 3 settembre scorso, prosegue ancora l’appuntamento con l’arte, stavolta contemporanea, sempre all’interno della Pinacoteca civica dell’ex carcere borbonico. Da domenica 10 settembre a sabato 27 gennaio 2018, rispettivamente in occasione della “Giornata Europea della Cultura Ebraica” e della “Giornata della Memoria”, sarà esposta al pubblico la mostra d’arte pittorica “Cultura e Memoria” del giornalista, scrittore, pittore e scultore italiano di origine ebraiche Alberto Baumann (1933-2014). L’evento, promosso dal Comune di Troina in collaborazione con “ABEF – Archivio Baumann e Fischer”, che verrà presentato e introdotto dal professor Paolo Giansiracusa, storico dell’arte e ordinario di Storia dell’Arte all’Accademia delle Belle Arti di Catania, è nato su idea del dottor Giovanni Gaudio, che ne ha curato il catalogo e l’allestimento insieme alla project manager di “trARTevere” Maria Grazia Malagamba.
Un percorso tra cultura e memoria e un viaggio attraverso il colore dell’istrionico e eclettico artista ebreo di cui è possibile cogliere, attraverso forme e tecniche astratte, il groviglio di ebraismo, famiglia, vicissitudini di guerra, desideri reconditi e perenne ricerca intellettuale che, dall’Olocausto al viaggio in Sicilia, raccontano sensazioni, emozioni e amore per la vita di colui che del proprio estro ha fatto il passaporto per diventare cittadino del mondo.
Ben 14 i dipinti a olio su tela di Alberto Baumann che saranno esposti alla Torre Capitania: “Vorrei morire con un Sorriso per incontrare quello di mia Madre”; “Dachau”; “Mio Padre”; “Mondo arancino”; “Etna”; “Trinacria”; “Veduta sulla Fantasia”; “Eclisse 07”; “Salvatore Quasimodo”; “Infanzia 1944”; “Vortice rosso”; “Ingos – Sogni Capovolti n.2”; “Kol Nidrei (Max Bruch”); “Visita alle Fosse Ardeatine”.
La mostra, sarà visitabile al pubblico tutti i giorni da martedì a domenica, lunedì escluso, dalle ore 9.30 alle ore 12.30 del mattino e dalle ore 17.00 alle ore 19.00 del pomeriggio. Il costo del biglietto è di 2 euro, comprensivo del catalogo illustrativo, realizzato da Giovanni Gaudio, all’interno del quale, oltre alla biografia di Baumann e alla presentazione del professor Paolo Giansiracusa, sono raccolti testi e note critiche dello psicoanalista dell’Università degli Studi Roma Tre e assessore alla cultura dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane David Meghnagi e della storica dell’arte Francesca Pietracci
All’inaugurazione, che si svolgerà domenica 10 settembre, alle ore 18.00 nella “Sala Miani” della Torre Capitania, interverranno il sindaco Fabio Venezia, l’ideatore della mostra Giovanni Gaudio, il professor Paolo Giansiracusa e il figlio di Alberto Baumann, Alan David.
 
 
Doriana Graziano

PARTE IL NUOVO PIANO DEL TRAFFICO URBANO


Troina  Avviati a catena i lavori per il nuovo piano del traffico urbano, per garantire maggiore sicurezza e fluidità del traffico stradale e pedonale e ridurre i costi di quello veicolare. Ultimata la pavimentazione di via Degli Orti e la sistemazione di via San Pietro, le cui banchine, a partire da piazzale Lazio fino all’incrocio con via Mercato saranno ristrette per sopperire alla mancanza di parcheggi e facilitare l’accesso a pedoni e residenti, si procederà alla realizzazione della mini – rotatoria in corrispondenza dell’incrocio tra la via San Pietro, il Corso Campania e il Corso Calabria, per snellire la circolazione veicolare e ridurre il rischio di potenziali incidenti stradali. L’intervento, previsto dal nuovo piano del traffico urbano, approvato dal consiglio comunale nel giugno 2016, su progetto redatto dall’Ufficio Tecnico e dalla Polizia Municipale, prevede ulteriori lavori di sistemazione di alcune vie dell’abitato.
Ultimata la mini-rotatoria, si procederà infatti all’allargamento di via San Silvestro dove, per mantenere il doppio senso di circolazione e la fascia riservata al parcheggio dei veicoli, si restringeranno i marciapiedi e si predisporrà, all’incrocio con via Marino, un parcheggio alternato con aree di interscambio, delimitate da dissuasori e fioriere.
“Si tratta dei primi interventi del nuovo piano del traffico urbano – spiegano il sindaco Fabio Venezia e il vice sindaco e assessore ai lavori pubblici Silvestro Schillaci - , che stiamo realizzando per migliorare la circolazione della città, realizzando percorsi pedonali e tenendo conto delle esigenze dei residenti e delle attività commerciali della zona. Contiamo, nei prossimi mesi, di realizzare le altre 2 mini – rotatorie previste, una allo Stretto di San Giorgio, in prossimità dell’incrocio delle Statali 120 e 575 con via Umberto I°, l’altra tra la statale 575 con corso Vittorio Emanuele II° e Corso Sicilia”.
I lavori per la mini – rotatoria di via San Pietro, per i quali il Comune ha stanziato 42.223,94 euro dal proprio bilancio 2017/2019, saranno realizzati, per affidamento diretto, dalla ditta Edilspi srl di Troina.
 
 
Doriana Graziano

mercoledì 6 settembre 2017

ITALIA SENZA BARIERE



Piazza Armerina Il 31 Agosto si è concluso il progetto Freedom. Un censimento di strutture pubbliche e/o private aperte al pubblico in merito alla loro accessibilità alle persone che presentano difficoltà motoria e sensoriale. 
Il censimento è stato svolto su tutto il territorio nazionale e i dati sono raccolti in una banca dati sull’accessibilità “ITALIA SENZA BARRIERE” visibile sul sito www.italia-senzabarriere.it
Con la realizzazione della banca dati si vuole fornire un servizio indispensabile alle persone con disabilità perché potranno trovare un riferimento per la scelta dei luoghi ove recarsi in vacanza o semplicemente per scegliere un posto dove trascorrere il proprio tempo libero (Hotel, Ristorante- pizzeria cinema museo etc.

Il progetto, cofinanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, vuole dare un contributo e una risposta concreta ad una società che per troppo tempo ha ignorato la diversità e dovrà essere un punto di riferimento importante anche per i tour operator nell’organizzare vacanze a persone con esigenze speciali.

Il censimento ha visto il suo avvio ufficiale il 3 dicembre scorso al Teatro Garibaldi alla presenza di funzionari regionale tra i quali l’assessore agli Enti locali on. Luisa Lantieri, il Sindaco Filippo Miroddi, il presidente nazionale dell’Aias Dottor Salvatore Nicitra ed altri rappresentanti di associazione del settore. Lo scorso mese “Italia senza Barriere, è stato presentato anche all’assemblea nazionale dell’AIAS dove ha destato notevole interesse.

In questa fase ci siamo concentrati, dice Lorenzo Naso – presidente della locale sezione Aias, al censimento di hotel, stabilimenti balneari, B.&B. e agriturismo e speriamo di poter continuare con altre strutture che rappresentano il quotidiano di ognuno: Scuole, uffici postali, studi medici, uffici comunali, uffici pubblici in genere etc. ed in questo confidiamo molto nella collaborazione di quanti vorranno segnalare strutture accessibili compilando la scheda on line sul sito www.italia-senzabarriere.it
        
Un contributo determinante, dice Naso, è stato fornito dai tanti volontari che, per tutta la durata (un Anno) hanno collaborato con diligenza nel portare a termine il progetto che ha consentito di censire 724 strutture di cui 336 in Sicilia.


  
                                            Il Presidente Lorenzo Naso     

 
   

martedì 5 settembre 2017

L’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI MESSINA TORNA A SCAVARE A TROINA

Troina A partire da ieri mattina, un’èquipe dell’Università di Messina diretta dalla professoressa Caterina Ingoglia, docente di Metodologia della ricerca archeologica dell’ateneo peloritano, soggiornerà a Troina per riprendere le ricerche archeologiche avviate negli anni ’70 dal compianto archeologo Giacomo Scibona e interrotte agli inizi del ’90, che hanno portato alla luce, tra l’altro, numerosi e pregevoli reperti dell’età ellenistica e romana, alcuni dei quali attualmente esposti alla Torre Capitania, dove a breve sarà realizzato l’antiquarium archeologico del Comune di Troina.
Grazie al sostegno del Comune, che garantirà ospitalità e supporto logistico per le attività di ricerca, l’equipe, in convenzione con gli enti regionali preposti, concentrerà le ricerche nell’area della Rocca San Pantheon, dove é prevista innanzitutto un’accurata ricognizione a piedi dell’intera zona.
Le attività proseguiranno poi nell’area orientale della “Rocca”, in località Catena, dove verrà avviata una campagna di scavi finalizzata a chiarire alcuni dei numerosissimi dubbi ancora esistenti sull’antica città di Troina: quando nasce; per quanto tempo viene abitata; se le diverse fasi abitative sono in continuità tra loro; qual è, al di là delle ipotesi proposte, il nome antico del sito esistente sotto l’attuale Troina; come era organizzata la città.
Le ricerche, che costituiscono il primo passo di un progetto più ampio, che proseguirà nei prossimi anni e che si estenderà, con la collaborazione di alcune università straniere, a tutto il territorio comunale di Troina, si avvarranno di strumentazioni all’avanguardia e si configureranno, a partire dalla terza settimana, come “scavo aperto”, consentendo a tutti di poter visitare l’area dello scavo, che sarà illustrata dagli studenti dell’Università di Messina, disponibili sul posto fino all’imbrunire, per comunicare la loro esperienza e coinvolgere la comunità nella ricerca. “Il grande progetto di valorizzazione dei nostri beni culturali – spiega il sindaco Fabio Venezia - , continua con una nuova campagna di scavi che, ci auguriamo, possa fare piena luce sulla Troina dell'età ellenistica e possa finalmente consentire una piena valorizzazione dell'area archeologica e dei numerosi reperti, che molto presto verranno esposti al pubblico nell'istituendo museo archeologico della città".
 
Doriana Graziano

lunedì 4 settembre 2017

CON 5.200 VISITATORI SI CONCLUDE LA MOSTRA “RUBENS E LA PITTURA DELLA CONTRORIFORMA”

Troina Dopo oltre quattro mesi di permanenza, uno dei quali di proroga per far fronte alle numerose richieste di adesione e alle prenotazioni dei turisti e degli emigrati troinesi giunti nell’Isola e in città per le festività agostiane, si è conclusa ieri sera, con un numero complessivo di 5.200 visitatori provenienti da ogni parte della Sicilia, dell’Italia e del mondo, la mostra d’arte pittorica “Rubens e la pittura della Controriforma” che, dal 23 aprile scorso, ha esposto alla Torre Capitania di via Conte Ruggero la “Madonna con bambino” e “Lot con la famiglia in fuga da Sodoma” di Pieter Paul Rubens, “Santa Caterina d’Alessandria” e “Sant’Agata Vergine e Martire” di Scipione Pulzone, “Mercurio e il boscaiolo disonesto” di Salvator Rosa, “San Francesco in estasi” di Gerrit Van Honthorst, “San Giovanni Battista” di Luca Giordano, “San Paolo in visita in carcere a Sant’Agata” di Pietro Novelli, “Gloria dei martiri” e “Gloria delle vergini” di Semplice da Verona.
Il numero più cospicuo di presenze, ben 1.600, è stato registrato dagli studenti degli istituti scolastici provenienti da diverse parti della Sicilia, della Calabria e della Campania, nonché da quelli dell’Università degli Studi e dell’Accademia delle Belle Arti di Catania che, per la prima volta, hanno dato vita alla nascita del turismo scolastico in città.
Ben 30 i gruppi organizzati dei club service e delle associazioni di tutte le province siciliane, giunti appositamente a Troina per ammirare le tele del celebre pittore fiammingo e dei più insigni pittori italiani e europei precursori dell’arte barocca.
Il 6% delle presenze è stato rappresentato dai turisti stranieri provenienti da Stati Uniti, Inghilterra, Germania, Ghana, Olanda, Svizzera, Marocco, Australia, Israele, Giamaica e Romania, mentre l’8% da visitatori italiani, arrivati da Roma, Torino, Udine, Cosenza, Reggio Calabria, Napoli, Trieste, Como, Genova e Cagliari.
Oltre 50 i partecipanti ai seminari di studi “Rubens e le arti visive nell’età della Controriforma. L’origine del Barocco” che, con un ciclo di 6 appuntamenti svoltisi nella “Sala Miani” della Torre, dal 7 a 24 giugno scorso, hanno dato vita a un work shop per gli amanti del bello e dell’arte, che il Comune ha organizzato con il patrocinio scientifico dell’Accademia delle Belle Arti di Catania. Il costo complessivo della mostra, per la quale il Comune ha speso solamente 27 mila euro, è stato di 62 mila euro: 18 mila sono stati recuperati attraverso le sponsorizzazioni, mentre 17 mila provengono dagli incassi della biglietteria e dalle vendite dei cataloghi e delle stampe all’interno del book shop.
“Un bilancio senz’altro positivo – commenta il sindaco Fabio Venezia - , che conferma la validità della proposta culturale e una nuova visione di Troina come borgo della cultura. Notevoli sono state le ricadute sul territorio sia per il settore della ristorazione, che per l’aumento dei pernottamenti nelle strutture ricettive. I progetti ancora in cantiere sono tanti e l’impegno continua per mettere a regime il sistema di offerta turistica e culturale della nostra città”.
 
 
Doriana Graziano

venerdì 1 settembre 2017

LA REGIONE FINANZIA IL RESTAURO DEL PONTE DI FAILLA


Troina, 1 settembre 2017 - Finanziato dall’Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, per un importo complessivo di 162 mila euro, il progetto per la realizzazione dei lavori di recupero delle strutture murarie e della pavimentazione del Ponte di Failla, sito nell’omonima contrada del territorio comunale, sul fiume Troina. A dare notizia dell’arrivo del decreto il sindaco Fabio Venezia, che ha così commentato: "Siamo molto soddisfatti di quest'altro finanziamento ottenuto. Molto presto uno dei monumenti simbolo dell'identità troinese tornerà al suo antico splendore. Raccogliamo giorno dopo giorno i frutti dello straordinario lavoro di programmazione messo in campo negli ultimi anni".
L’antico ponte medievale in muratura, meta dei devoti troinesi che ogni anno a maggio lo attraversano in occasione del pellegrinaggio votivo in onore del patrono San Silvestro e via di passaggio obbligatoria per le numerose aziende agricole ricadenti sia nel territorio della provincia ennese che in quella messinese, di cui il fiume Troina segna la linea di confine, necessita di interventi che ne esaltino la specificità costruttiva, ambientale e di identità della cultura rurale troinese, da poter conservare e tramandare alle generazioni future.
Il progetto presentato dal Comune, redatto dall’architetto Santo Andali di Crotone, prevede una fase preliminare di pulitura e diserbo delle superfici della struttura, cui farà seguito quella di consolidamento delle parti disgregate,la demolizione e il rifacimento degli elementi incongrui per ristabilirne la coesione e l’applicazione di una protezione superficiale. Al fine di valorizzare il Ponte di Failla quale bene monumentale, fruibile per i turisti e i visitatori, sarà inoltre realizzata una pista pedonale e installata un’apposita segnaletica informativa. I lavori di restauro del Ponte, saranno avviati entro la fine dell’anno, dopo che saranno espletate le procedure di gara per l’affidamento.
 
 
Doriana Graziano